Bellezza in questione: i pericoli delle tinture per capelli e la tossicità dei prodotti per capelli

29/06/2023

Le tinture per capelli sono con noi ormai da diversi anni. Sono diventati quasi un punto fermo nella collezione di cosmetici di tutti. Ma di recente, c'è stata una crescente preoccupazione per quanto riguarda le sostanze chimiche utilizzate nelle tinture per capelli e i loro effetti sugli esseri umani. La preoccupazione non è solo limitata ai chimici; ora le persone comuni sono anche preoccupate per gli effetti dannosi delle tinture per capelli e di altri prodotti per capelli. È interessante notare che recenti studi hanno rivelato che alcune sostanze chimiche utilizzate nelle tinture per capelli e nei prodotti per capelli possono rappresentare un pericolo significativo per la salute umana. Diversi paesi hanno iniziato ad adottare misure per frenare l'uso di sostanze chimiche pericolose in questi prodotti. In questo articolo discuteremo della possibile tossicità dei prodotti per capelli.

Sia che si usino le tinture per capelli come mezzo di espressione personale o per migliorare il proprio aspetto, è importante capire che queste tonalità hanno un costo. Tra tutte le sostanze chimiche utilizzate nei prodotti per capelli, la parafenilendiammina, chiamata anche PPD, è un ingrediente comune ed è stata associata a diverse reazioni allergiche. La reazione può variare da irritazioni cutanee lievi a gravi. Ci sono stati casi in cui la PPD ha persino causato uno shock anafilattico, una condizione pericolosa per la vita. Anche alcune delle tinture per capelli che utilizzano ammine aromatiche, come il 4-ABP (4-aminobifenile), sono risultate cancerogene per l'uomo. Ulteriori studi hanno scoperto che l'esposizione prolungata a queste sostanze nocive può anche aumentare il rischio di cancro alla vescica. Semplicemente non finisce qui; gli scienziati hanno inoltre trovato una connessione tra l'uso di tinture per capelli e un rischio elevato di altri tumori.

Vari studi hanno rivelato che alcune sostanze chimiche presenti nelle tinture per capelli e nei prodotti per capelli possono rappresentare un pericolo significativo per la nostra salute

Sebbene la ricerca su questo argomento sia ancora in corso, questi risultati sollevano legittime preoccupazioni sugli effetti a lungo termine dell'uso della tintura per capelli. La preoccupazione non è solo per le tinture per capelli, ma anche per altri prodotti per capelli come shampoo, balsami e prodotti per lo styling. Molti di questi prodotti contengono solfati, come il sodio lauril solfato (SLS) e il sodio laureth solfato (SLES), che sono noti per causare irritazione e secchezza della pelle. Inoltre, alcuni prodotti per capelli contengono anche conservanti che rilasciano formaldeide, come DMDM, idantoina e quaternium-15, che possono causare reazioni allergiche e sono potenziali cancerogeni.

I paesi di tutto il mondo hanno realizzato i potenziali rischi associati a questi prodotti e hanno implementato varie regole per limitarli. In particolare, gli Stati Uniti hanno adottato misure per regolamentare e vietare alcuni ingredienti nocivi utilizzati nelle tinture per capelli e in altri prodotti. Uno sviluppo degno di nota è il divieto dell'acetato di piombo nelle tinture per capelli. Nel 2018, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha emesso una norma finale che vieta l'uso di acetato di piombo nei prodotti per la colorazione dei capelli a causa delle preoccupazioni sulla sua potenziale esposizione al piombo e sui rischi per la salute associati. Questo divieto garantisce che i consumatori siano protetti da una nota sostanza tossica. Notando i passi compiuti dal governo, le aziende gradiscono Unilever ha emesso un richiamo volontario da parte degli Stati Uniti di shampoo secchi selezionati a causa della potenziale presenza di Benzene. È promettente vedere le organizzazioni prendere sul serio la salute e la sicurezza pubblica.

La formaldeide è un noto cancerogeno per l'uomo e il suo uso in trattamenti popolari come il Brazilian Blowout

Inoltre, gli Stati Uniti hanno anche limitato l'uso della formaldeide nei prodotti per lisciare i capelli. La formaldeide è un noto cancerogeno per l'uomo e il suo uso in trattamenti popolari come il Brazilian Blowout ha sollevato seri problemi di salute. L'Occupational Safety and Health Administration (OSHA) ha fissato limiti all'esposizione alla formaldeide negli ambienti dei saloni e alcuni stati hanno fatto un ulteriore passo avanti implementando divieti assoluti su questi trattamenti.

Progredendo ulteriormente nella riduzione dell'uso di sostanze chimiche nocive, l'EPA (Environmental Protection Agency) degli Stati Uniti sta lavorando attivamente al monitoraggio e alla regolamentazione dell'uso di sostanze chimiche più sicure per i prodotti cosmetici. Il governo ha posto una maggiore enfasi sul controllo dei prodotti per capelli per identificare gli ingredienti potenzialmente dannosi. Questa enfasi da parte del governo ha incoraggiato i produttori a riformulare i loro prodotti per soddisfare gli standard di sicurezza.

Mentre è encomiabile vedere il governo essere così vigile sull'uso di sostanze chimiche dannose nei prodotti cosmetici, è altrettanto importante che anche i consumatori si istruiscano sugli ingredienti dei prodotti cosmetici che usano. Leggere le etichette e ricercare gli ingredienti è una buona pratica da seguire come individuo che aiuta a prendere decisioni informate. In alternativa, si può anche optare per alternative più sicure come tinture e prodotti per capelli naturali o biologici senza preoccuparsi dei loro effetti collaterali.

In poche parole, i pericoli delle tinture per capelli e dei prodotti per capelli non possono essere trascurati. I ricercatori hanno ora dimostrato che le sostanze chimiche utilizzate in questi prodotti causano reazioni allergiche, irritazioni della pelle e, in alcuni casi gravi, gravi condizioni di salute, incluso il cancro. Tuttavia, mentre paesi come gli Stati Uniti hanno attivamente adottato misure significative per affrontare queste preoccupazioni, anche noi consumatori dovremmo essere vigili riguardo alle nostre scelte.

Chemwatch è qui per aiutare.

Molte sostanze chimiche non sono sicure per essere inalate, consumate o applicate sulla pelle. Per evitare il consumo accidentale, la cattiva gestione e l'errata identificazione, le sostanze chimiche devono essere accuratamente etichettate, tracciate e conservate.

Le Chemwatch Il nostro team è informato da oltre 30 anni di esperienza chimica e ben attrezzato per aiutarti con la conformità normativa, la creazione di SDS, la valutazione del rischio chimico, la gestione dell'inventario e altro ancora.  Contattaci oggi per saperne di più!

Fonte:

Richiesta veloce