Attuazione del GHS per Paese


Argentina

Attuazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida"
Per i trasporti regionali tra gli Stati membri del Mercato Comune del Sud (MERCOSUR) (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay) fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Mercosur".
A livello nazionale il trasporto terrestre di merci pericolose è regolato dall'art D.Lgs 779/95 (Allegato S) e della gestione della Delibera 195/97, sulla base del 7th edizione rivista del Regolamento Modello.
Sul posto di lavoroImplementato dal 2017 Nel 2015, il Ministero del Lavoro, dell’Occupazione e della Previdenza Sociale ha pubblicato Delibera n 801/2015 del 10 aprile 2015 approvando l'implementazione della quinta edizione rivista del GHS (Rev.5) sul posto di lavoro. Al fine di concedere ai soggetti interessati tempo sufficiente per attuare le disposizioni del GHS, l'articolo 6 della delibera che ne stabilisce l'entrata in vigore 180 giorni dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale, è stato modificato da Risoluzione SRT 3359/2015 di 29 2015 settembre. La delibera modificata ha stabilito l'entrata in vigore del GHS a partire dal: 15 aprile 2016 per le sostanze; e1 gennaio 2017 per le miscele Indicazioni specifiche sono riportate nelle linee guida tecniche IRAM41400:2013 (sulla preparazione delle schede di sicurezza) e IRAM 41401:2014 (indicazioni sull'etichettatura). Ulteriori informazioni (solo in spagnolo) possono essere trovate su SRT (argentino Sito della Sovrintendenza ai Rischi Professionali (SRT)..

Armenia

Attuazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriAttuazione prevista nel 2022Fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Unione economica eurasiatica”

Australia

Punto focale:Lavoro sicuro in Australia (per l'implementazione sul posto di lavoro)Dipartimento delle Infrastrutture, dei Trasporti, dello Sviluppo Regionale e comunicazioni (per l'implementazione nei trasporti).
Principali normative rilevanti:Leggi modello sulla salute e sicurezza sul lavoro (WHS), costituite da un modello di legge WHS, supportato da regolamenti modello WHS e codici di condotta modello e da una politica nazionale di conformità e applicazione. La versione attuale del Modello di Regolamento WHS (datato 22 maggio 2023) come rilasciato da Safe Work Australia include tutte le modifiche apportate dal 2011. Le modifiche al modello di regolamento WHS non si applicano automaticamente in una giurisdizione), a meno che la giurisdizione non abbia intrapreso azioni separate per implementarle. Le leggi modello e gli strumenti di supporto acquisiscono valore legale attraverso la loro adozione negli Stati e territori australiani leggi sul posto di lavoro.
Codice australiano delle merci pericolose (ADGC) stabilisce i requisiti per il trasporto di merci pericolose su strada o per ferrovia. Gli viene conferito valore legale in ogni stato e territorio australiano da leggi che incorporano il codice come legge. Il Codice australiano sulle merci pericolose viene aggiornato ogni due anni, con un periodo di transizione di un anno per ciascuna edizione.
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”.
Per i trasporti terrestri nazionali, edizione 7.8 del Codice australiano sulle merci pericolose (ADG 7.8) è l'ultima edizione. Può essere utilizzato dal 1° aprile 2023 e diventerà obbligatorio a partire dal 1° aprile 2023 (anche se la data di inizio in alcuni stati potrebbe essere successiva al 1° aprile 2023). Edizione7.8 è allineato al 22nd edizione rivista (Rev.22) del Regolamento Modello delle Nazioni Unite.
Sul posto di lavoroimplementato
L'Australia ha implementato il GHS attraverso un modello di salute e sicurezza sul lavoro (WHS) e altre leggi equivalenti, applicabili alla classificazione chimica e alla comunicazione dei rischi per le sostanze chimiche sul posto di lavoro. Sono stati pubblicati codici di condotta modello per l'etichettatura e la preparazione delle SDS per supportare il modello di legge WHS modificato. È stato inoltre pubblicato materiale orientativo sulle classificazioni GHS, con particolare attenzione alla traduzione dalle classificazioni esistenti, ove possibile.

La terza edizione rivista del GHS (GHS Rev.3) è stata implementata il 3° gennaio 1.
Il 1° gennaio 2021, l'Australia ha avviato una transizione di 2 anni al GHS Rev.7 per dare tempo ai produttori e agli importatori di preparare classificazioni, etichette e schede dati di sicurezza. Il periodo transitorio è terminato il 31 dicembre 2023. Dal 1° gennaio 2023, solo il GHS Rev. 7 può essere utilizzato per classificare ed etichettare le sostanze chimiche in Australia.
Ogni stato e territorio e il Commonwealth stanno adottando il GHS 7 nelle proprie leggi WHS.
Una panoramica delle modifiche dalla precedente legislazione basata su GHS Rev.3 all'aggiornamento basato su GHS Rev.7, nonché dettagli sullo stato di avanzamento della transizione al GHS Rev.7 a livello nazionale in ciascuna giurisdizione e altri elementi di supporto le informazioni sono disponibili all'indirizzo Lavoro sicuro Sito web dell'Australia.

Austria

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti nazionali o all’interno degli Stati Membri dell’Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Bielorussia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settori
Attuazione prevista nel 2022Fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione "Unione economica eurasiatica". Nel 2022, la Bielorussia ha lanciato un programma di 27 mesi sostenuto dal Programma di gestione delle sostanze chimiche e dei rifiuti del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) per attuare il GHS. Ulteriori informazioni sul progetto sono disponibili su Sito dell'UNEP.

Belgio

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti nazionali o all’interno degli Stati Membri dell’Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Bolivia

Punto focale:Ministero della Pianificazione e dello Sviluppo Sostenibile
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per il trasporto regionale all'interno della Comunità ANDINA (Comunidad Andina) fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Comunità andina”. Il trasporto nazionale terrestre (stradale e ferroviario) di merci pericolose è regolato attraverso Decreto 3031/2016 del 28 gennaio 2016, che richiama le disposizioni del Regolamento Modello senza alcuna indicazione di una specifica edizione rivista.
Altri settori
Il 2 e 3 giugno 2014 si è tenuto un seminario di pianificazione e avvio del GHS. Da allora non sono disponibili ulteriori informazioni sulle attività di follow-up riguardanti l'implementazione sul posto di lavoro o sui prodotti di consumo. Per i pesticidi per uso agricolo, fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione "Comunità andina ”.

Brasil

Punti focali:Ministero del Lavoro e dell'Occupazione Ministero dei Trasporti Ministero della Salute
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti regionali tra gli Stati membri del Mercato Comune del Sud (MERCOSUR) (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay) fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Mercosur”. A livello nazionale il trasporto terrestre di merci pericolose è regolato dall'art Risoluzione Nº 5232 del 14 dicembre 2016, in base alla 19th edizione rivista del Regolamento Modello.
Stato di attuazione del GHS (altri settori)
Sul posto di lavoroimplementato L'ordinanza n.26 (sulla comunicazione dei rischi) del Ministero del Lavoro ha implementato il GHS sul posto di lavoro. Le disposizioni tecniche per l'attuazione del GHS sono contenute negli standard sviluppati dall'Associazione brasiliana di standard tecnici (ABNT).
La prima versione dello standard ABNT NRB 14725 è stata rilasciata nel 2009. Lo standard è composto da 4 parti, che riguardano la terminologia, la classificazione dei pericoli, l'etichettatura e le schede dati di sicurezza.
Nel giugno 2019 ABNT ha aggiornato la parte 2 della norma. Una serie di correzioni ed emendamenti ad altre parti dello standard sono state pubblicate dalla loro prima pubblicazione nel 2009, come segue: ABNT NRB 14725-1:2009 Terminologia (corretta nel 2010) ABNT NRB 14725-2:2019, Amend.1 (2019 ) Sistema di classificazione dei pericoli ABNT NRB 14725-3:2017 Etichettatura ABNT NRB 14725-4:2014 Scheda dati di sicurezza o FISPQ.
Per sostanze pure: A partire dal 27 febbraio 2011, la classificazione deve essere effettuata utilizzando NBR 14725-2, l'imballaggio e l'etichettatura utilizzando NBR 14725-3 e la SDS devono essere redatte utilizzando NBR 14725-4. Per miscele: A partire dal 1° giugno 2015, tutte le miscele devono essere classificate, imballate ed etichettate rispettivamente in conformità con NRB 14725-2 e 3 e redatte le SDS utilizzando NBR 14725-4.
Lo standard 14725 è attualmente in fase di revisione per allinearlo allo standard 7th edizione riveduta del GHS. Il periodo di consultazione per la presentazione di commenti alla terza bozza proposta si è concluso il 27 ottobre 2022.

Bulgaria

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti nazionali o all’interno degli Stati Membri dell’Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Cambogia

Punti focali:Ministero dell'Agricoltura, delle Foreste e della Pesca; Ministero dell'Industria, delle Miniere e dell'Energia; Ministero dei Lavori Pubblici e dei Trasporti; Ministero della Sanità, del Lavoro e della Formazione Professionale;
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Prodotti chimici sul posto di lavoro e di consumoimplementato Il 20 ottobre 2009 è stato emanato un sottodecreto sulla gestione della classificazione e dell'etichettatura delle sostanze chimiche. Il sottodecreto rende il GHS applicabile alla classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (sostanze e miscele), comprese quelle destinate all'uso da parte dei consumatori. Il sottodecreto fa riferimento alle disposizioni relative alla classificazione e alla comunicazione dei pericoli (etichette e schede dati di sicurezza) del GHS senza menzionare una specifica edizione rivista.
Il governo della Cambogia ha stabilito il “sottodecreto n. 19 ANKr/BK relativo alla revisione degli articoli 7, 12, 13, 14, allegato 2, allegato 3 e allegato 4 del sottodecreto n. 180 ANKr/BK del 20 ottobre , 2009, sulla classificazione e l'etichettatura delle sostanze chimiche” del 22 febbraio 2021.
Il 2 settembre 2022, il Ministero del Commercio ha emesso un nuovo regolamento (Prakas n. 192) sui requisiti per l'etichettatura dei prodotti chimici domestici.

Canada

Stato di implementazione del GHS
Punti focali:Dipartimento della Salute: Sezione per l'ambiente sano e la sicurezza dei consumatori (HECSB), direzione per la sicurezza dei consumatori e dei prodotti pericolosi (CHPSD), Luogo di lavoro pericoloso Ufficio dei materiali Dipartimento dei Trasporti: Direzione del trasporto di merci pericolose Dipartimento della Salute: HECSB, CHPSD, Programma per la sicurezza dei prodotti di consumo Dipartimento della Salute: Agenzia di regolamentazione della gestione dei parassiti.
Principali normative rilevanti:Legge sui prodotti pericolosi e associati Normative sui prodotti pericolosi Legge sul trasporto di merci pericolose, 1992 e associati Trasporto di sostanze pericolose Regolamento sulle merci (TDGR)Legge canadese sulla sicurezza dei prodotti di consumo e associati Prodotti chimici di consumo e contenitori Regolamenti, 2001 Legge sui prodotti per il controllo dei parassiti e regolamenti associati.
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. In Canada, il trasporto nazionale di merci pericolose è regolato dalla Legge sul trasporto di merci pericolose, 1992 (TDG Act) e relativi Regolamenti e standard TDG. I TDGR sono aggiornati periodicamente in conformità a quanto previsto dalle Raccomandazioni ONU e dalle normative modali internazionali (ie: le Istruzioni Tecniche ICAO e il Codice IMDG). Il 19 febbraio 2020, il "Norme che modificano le norme sul trasporto di merci pericolose (modifiche di formattazione) (SOR/2020-23) sono stati pubblicati nella Parte II della Canada Gazette. Il 26 novembre 2022, il Dipartimento dei trasporti ha pubblicato in Parte I della Gazzetta canadese il “Regolamento che modifica alcune norme emanate ai sensi della legge sul trasporto di merci pericolose, 1992 (Parte 12 e aggiornamento dell'armonizzazione internazionale”). Tali norme sono allineate con quanto previsto dalla 22nd edizione rivista dei regolamenti tipo delle Nazioni Unite e si prevede che entrino in vigore al momento della pubblicazione nella parte II della Canada Gazette. Ulteriori informazioni sul trasporto di merci pericolose in Canada sono disponibili su Trasporti Canada di LPI.
Sul posto di lavoroimplementato Le Sistema informativo sui materiali pericolosi sul posto di lavoro (WHMIS) è lo standard nazionale canadese per la comunicazione dei rischi. WHMIS è un sistema completo per fornire informazioni sulla salute e la sicurezza sui prodotti pericolosi destinati all'uso, alla manipolazione o allo stoccaggio nei luoghi di lavoro canadesi. Il Canada ha adottato il GHS per i prodotti pericolosi sul posto di lavoro attraverso modifiche al Legge sui prodotti pericolosi (HPA) e la pubblicazione del Normative sui prodotti pericolosi (HPR) l'11 febbraio 2015. Inizialmente, il Canada si era allineato al GHS Rev.5, ad eccezione della classe di pericolo dei gas infiammabili e degli aerosol, che erano allineate al GHS Rev.3. Il 4 gennaio 2023, modifiche all'HPR e della gestione della Programma 2 all'HPA sono stati pubblicati per allinearsi al GHS Rev.7. Ciò mantiene l'attuale ambito di adozione e ora include anche le seguenti nuove categorie o sottocategorie: Gas infiammabili 1A/1B, Gas chimicamente instabili e aerosol Categoria 3. La classe di pericolo canadese relativa ai gas piroforici è stata abrogata dall'HPR e dalla Tabella 2 alla HPA poiché questi gas saranno ora classificati come gas infiammabili - Categoria 1A, gas piroforico. Inoltre, la classe di pericolo Prodotti chimici sotto pressione è stata adottata da GHS Rev.8. Gli elementi costitutivi esclusi sono: la classe di pericolo Esplosivi, la classe di pericolo Esplosivi desensibilizzati, tutte le classi di pericolo ambientale, Tossicità acuta Categoria 5, Corrosione/Irritazione cutanea Categoria 3 e categoria di pericolo di aspirazione 2. Gli elementi costitutivi esclusi sono: la classe di pericolo di esplosivi, la classe di pericolo di esplosivi desensibilizzati, tutte le classi di pericolo ambientale, tossicità acuta categoria 5, corrosione/irritazione cutanea categoria 3 e pericolo di aspirazione categoria 2. Queste modifiche, insieme a l'inizio del periodo transitorio triennale, è entrato in vigore il 15 dicembre 2022, data di registrazione del Regolamento e dell'Ordinanza. Il periodo di transizione di tre anni terminerà il 14 dicembre 2025. Ciò darà ai fornitori il tempo di implementare le modifiche, ai datori di lavoro e ai lavoratori il tempo di adattarsi ai cambiamenti e contribuirà a garantire la coerenza in tutto il Canada attraverso il coordinamento e l’allineamento tra giurisdizioni federali, provinciali e territoriali. . IL Legge sulla revisione delle informazioni sui materiali pericolosi e la Informazioni sui materiali pericolosiRevisione dei regolamenti fornire un meccanismo per proteggere le informazioni aziendali riservate (CBI) in Canada. Ulteriori informazioni sono disponibili in Guida tecnica sui requisiti del Legge sui prodotti pericolosi e la Normative sui prodotti pericolosi – Fornitore WHMIS 2015 Requisiti. Si prevede che una guida aggiornata sarà pubblicata nel 2023.

Cile

Punto focale:Ministero della Salute con altri ministeri aventi competenze di regolamentazione su sostanze specifiche (es. esplosivi: Ministero della Difesa; Pesticidi agricoli: Ministero dell'Agricoltura; combustibili liquidi e gassosi: Ministero dell'Energia; merci pericolose: Ministero dei Trasporti)
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
In Cile, il trasporto nazionale di merci pericolose su strada è regolato dalla decreto 298/94 del Ministero dei Trasporti e delle Telecomunicazioni. Il decreto, che in precedenza faceva riferimento alle norme nazionali (NCh382.Of89, NCh2120/1 a 2120/9.Of 89 e NCh2190.Of93) per la definizione, marcatura ed etichettatura delle merci pericolose, è stato modificato nel 2022 (da decreto 40 del 21 luglio 2022) per rinviare direttamente alle parti 3 e 5 del Regolamento Tipo e al GHS. La norma NCh382 (Classificazione delle merci pericolose) è stata aggiornata nel 2021 per tenere conto di quanto previsto dalla 21a edizione rivista del Regolamento Tipo. La norma NCh2190 (Trasporto terrestre di merci pericolose: etichette di identificazione di pericolo”) è stata aggiornata nel 2019, sulla base di quanto previsto dalla 20th edizione rivista del Regolamento Modello. La norma NCh2245 (Schede Dati di Sicurezza) è stata aggiornata nel 2021 in conformità all'8th edizione rivista del GHS (GHS Rev.8).
Altri settori:
implementato Lo stoccaggio delle sostanze pericolose è regolamentato attraverso un “regolamento sullo stoccaggio delle sostanze pericolose” adottato il 27 luglio 2015 (DS43/15) e modificato nel 2021 allineare i requisiti delle schede dati di sicurezza a quelli del GHS, come implementato attraverso il regolamento sulla classificazione, etichettatura e notifica delle sostanze e miscele pericolose e descritto nella NCh 2245:2021.
Si applica alle sostanze pericolose come definite nella norma NCh 382:2021 e identificate in conformità alla norma NCh 2190:2003. Il regolamento fa riferimento anche alla norma
Il 9 febbraio 2021, il "Regolamento sulla classificazione, etichettatura e notifica delle sostanze pericolose sostanze e miscele" è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Il regolamento attua Riv.7 del GHS con i seguenti periodi transitori di attuazione successivi alla sua pubblicazione in Gazzetta ufficiale: Per i prodotti chimici destinati ad uso industriale: 1 anno per le sostanze e 4 anni per le miscele; Per tutte le altre sostanze chimiche disciplinate dal regolamento: 2 anni per le sostanze e 6 anni per le miscele

Cina

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto su strada di merci pericolose, il Ministero dei Trasporti ha emanato il comunicato n.68 del 6 settembre 2018, recante l'emanazione della norma JT/T/617-2018 “Normativa relativa al trasporto su strada di merci pericolose”. La norma rivista tiene conto di quanto previsto dal Regolamento Tipo e dall'ADR. Contiene sette parti (da JT/T 617.1 a JT/T 617.7) che riguardano: disposizioni generali, classificazioni, elenco delle merci pericolose; utilizzo di imballaggi per il trasporto; procedure di spedizione; Condizioni di trasporto, carico, scarico e movimentazione; Condizioni di trasporto e requisiti operativi. Lo standard è stato implementato a partire dal 1° dicembre 2018.
Altri settori:
Nel marzo 2011, la Cina ha emanato il “Regolamento sulla gestione sicura delle sostanze chimiche pericolose” (Decreto 591). I regolamenti sono entrati in vigore il 1° dicembre 2011 e richiedono alle aziende di fornire SDS ed etichette in conformità con gli standard nazionali applicabili che implementano il GHS. Nel febbraio 2012, AQSIQ ha emesso l'annuncio n. 30 del 2012, avviando l'ispezione sull'importazione ed esportazione di prodotti chimici pericolosi. I contenuti ispezionati includono i requisiti tecnici per le etichette GHS e le SDS delle sostanze chimiche in conformità con le norme e i regolamenti nazionali applicabili. Nel 2013 la Cina ha emesso 28 standard nazionali obbligatori GHS (GB 30000-2013) completamente allineati al GHS Rev.4. Questi standard hanno sostituito gli standard (da GB 20576-2006 a GB 20602-2006) e hanno introdotto due nuove classi di pericolo: pericolo di aspirazione e pericoloso per lo strato di ozono. GB 2013-1: Esplosivi GB 2014-30000.2: Gas infiammabili GB 2013-30000.3: Aerosol GB 2013-30000.4: Gas comburenti GB 2013-30000.5: Gas sotto pressione GB 2013 30000.6 -2013: Liquidi infiammabili GB 30000.7-2013: Solidi infiammabili GB 30000.8-2013: Sostanze e miscele autoreattive GB 30000.9-2013: Liquidi piroforici GB 30000.10-2013: Solidi piroforici GB 30000.11-2013: Sostanze e miscele autoriscaldanti GB30000.12 -2013: Sostanze e miscele che a contatto con l'acqua liberano gas infiammabili GB 30000.13-2013: Liquidi comburenti GB 30000.14-2013: Solidi comburenti GB 30000.15-2013: Perossidi organici GB 30000.16-2013: Corrosivo per i metalli GB 30000.17-2013 30000.18: Tossicità acuta GB 2013-30000.19: Irritazione cutanea/corrosione GB 2013-30000.20: Danni/irritazioni oculari gravi GB 2013-30000.21: Sensibilizzazione respiratoria o cutanea GB 2013-30000.22: Mutagenicità delle cellule germinali GB 2013-30000.23: Cancerogenicità GB 2013-30000.24 2013: Tossicità riproduttiva GB 30000.25-2013: Tossicità specifica per organi bersaglio - Esposizione singola GB 30000.26-2013: Tossicità specifica per organi bersaglio - Esposizione ripetuta GB 30000.27-2013: Pericolo in caso di aspirazione GB 30000.28-2013: Pericoloso per l'ambiente acquatico GB 30000.29-2013: Pericoloso per lo strato di ozono Sono inoltre applicabili le seguenti norme: GB/T 16483–2008: Scheda di dati di sicurezza per il contenuto dei prodotti chimici e l'ordine delle sezioni (applicabile dal 1° febbraio 2009)
GB/T 17519-2013 Guida alla compilazione delle schede di sicurezza per i prodotti chimici (applicabile dal 31 gennaio 2014)GB 15258–2009: Regole generali per la preparazione delle etichette precauzionali per le sostanze chimiche (applicabile dal 1° maggio 2010)GB 13690– 2009 Regola generale per la classificazione e la comunicazione dei pericoli delle sostanze chimiche (applicabile dal 1 maggio 2010).

Colombia

Punti focali:Ministero dei Trasporti (Trasporto di merci pericolose) Ministero dell'Ambiente e dello Sviluppo Sostenibile Ministero del Lavoro
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseImplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto regionale all'interno della Comunità ANDEAN (Comunidad Andina) fare riferimento alle informazioni fornite in “Comunità andina”. Il trasporto nazionale di merci pericolose su strada è regolato in Colombia di Decreto 1609 del 31 Luglio 2002. Una delibera che rende obbligatorio il certificazione degli autisti dei veicoli per il trasporto di merci pericolose è stato rilasciato nel maggio 2014 (Delibera 1223 del 14 maggio 2014). Le disposizioni applicabili agli imballaggi per ciascuna classe (da 1 a 9) sono contenute nell' nazionale standard di cui al decreto 1609. Il norme nazionali sono allineati con diverse versioni dei regolamenti modello delle Nazioni Unite.
Altri settori:
Luogo di lavoro, prodotti di consumo e pesticidi (uso agricolo)implementato Il 6 agosto 2018 la Colombia ha adottato Decreto n. 1496, attuando il 6th edizione rivista del GHS (GHS, Rev.6), per sostanze e miscele che soddisfano i criteri di almeno una delle classi di pericolo GHS. Secondo l'articolo 1 (comma 1) del decreto, i diversi Ministeri controfirma del decreto (Ministero della Sanità, del Lavoro, dell'Agricoltura, dei Trasporti e dell'Industria) definiranno i tempi di attuazione nei rispettivi ambiti di competenza. Di conseguenza, una delibera del Ministero del Lavoro e del Ministero della Salute (Risoluzione 0773) per l'attuazione delle disposizioni del GHS Rev.6 negli ambienti di lavoro è stato rilasciato il 7 aprile 2021. La Risoluzione è entrata in vigore il giorno della sua pubblicazione e prevede un periodo transitorio di 2 anni per le sostanze e di 3 anni per le miscele. Per i pesticidi di uso agricolo fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Comunità andina”.

Costa Rica

Punto focale:ministero della Salute
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settori:
implementato Nel 2017, il governo della Costa Rica ha emesso due decreti esecutivi relativi all'attuazione del GHS. Decreto dirigenziale n. 2017-S, pubblicato sulla Gazzetta n. 40705, numero n. 207, del 263 novembre 2, e Regolamento tecnico RTCR 478: 2015 "Prodotti chimici. Prodotti chimici pericolosi, registrazione, importazione e controllo”; e Decreto Dirigenziale n.40457-S, pubblicato sulla Gazzetta n.123, numero n.157 del 29 giugno 2017, e Regolamento Tecnico RTCR 481: 2015 "Prodotti chimici. Prodotti chimici pericolosi. Etichettatura”.
Tutti i prodotti chimici pericolosi fabbricati, importati, immagazzinati, distribuiti, forniti, venduti, utilizzati o trasportati in Costa Rica devono essere stati precedentemente registrati presso il Ministero della Salute (MS) e rispettare i requisiti di etichettatura applicabili per essere immessi sul mercato.
Il decreto esecutivo n.40705-S richiede che i prodotti chimici pericolosi (ad eccezione di quelli elencati nell'articolo 1, punto 2 “Ambito di applicazione”) siano classificati in conformità con il GHS (Rev.6) e siano accompagnati da una scheda di dati di sicurezza conforme al GHS per essere registrato.
Il regolamento tecnico RTCR 478:2015 è entrato in vigore il 2 maggio 2018. Definisce diversi periodi transitori per il rinnovo graduale delle registrazioni e delle notifiche relative all'importazione di materie prime pericolose ottenute prima della sua entrata in vigore, come segue: Prodotti registrati o notificati tra 6 Ottobre 1999 e 30 dicembre 2005: 1,5 anni Prodotti registrati o notificati tra gennaio 2006 e dicembre 2008: 2.5 anni Prodotti registrati o notificati tra gennaio 2009 e dicembre 2011: 3.5 anni Prodotti registrati o notificati tra gennaio 2012 e maggio 2018: 5 anni .
Inoltre, il decreto esecutivo n.40.457-S del 20 aprile 2017 e il relativo regolamento tecnico RTCR 481:2015 richiedono l'etichettatura in conformità al GHS (rev.6) per i prodotti chimici sul posto di lavoro e dei fornitori, ad eccezione di quelli di cui all'articolo 1 , punto 2 (Ambito di applicazione). Prevede un periodo transitorio di cinque anni (fino al 30 dicembre 2022), consentendo l’uso delle etichette esistenti non conformi al GHS sulle sostanze chimiche già registrate e immesse sul mercato durante tale periodo.

Costa d'Avorio

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriUn seminario introduttivo sul GHS è stato tenuto dall'UNITAR in Costa d'Avorio nel marzo 2019. Un progetto pilota quadriennale (4-2022) per sostenere l'attuazione nazionale del GHS è stato lanciato nel 2026. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web SAICM. IL laboratorio iniziale di lancio del progetto si è svolto il 4 e 5 ottobre 2022 a Nairobi. Tutta la documentazione (inclusa una panoramica del quadro normativo sulla gestione delle sostanze chimiche in Costa d'Avorio è disponibile su Sito web SAICM.

Croazia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Cyprus

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Repubblica Ceca

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Repubblica Democratica del Congo

Punto focale:Ministero dell'Ambiente, della Conservazione della Natura e del Turismo
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settori
Workshop di pianificazione e avvio del GHS tenutosi a gennaio 2014. Da allora non sono state rese disponibili informazioni su ulteriori progressi.

Danmark

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Ecuador

Punto focale:Ministero dell'Ambiente
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti regionali all'interno della Comunità ANDINA (Comunidad Andina) (Bolivia, Colombia, Ecuador e Perù), fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Comunità Andina”.
A livello nazionale, il trasporto, lo stoccaggio e la movimentazione delle merci pericolose sono regolati da norme nazionali NTE INEN 2266:2013. La norma fa riferimento a quanto previsto dalla 14a edizione rivista (Rev.14) del Regolamento Tipo e alla 1a edizione rivista (Rev.1) del GHS https://www.normalizacion.gob.ec/buzon/normas/nte_inen_2266-2.pdf. Vedi anche di seguito per ulteriori dettagli sugli aggiornamenti.
Altri settori:
Stoccaggio e movimentazione di merci pericoloseL’Ecuador ha implementato il GHS Rev.1 nel 2018. Lo standard INEN 2266:2013 (Trasporto, stoccaggio e movimentazione di materiali pericolosi – Specifiche) è diventato obbligatorio con il “Regolamento tecnico sul trasporto, movimentazione e stoccaggio di materiali pericolosi” (RTE INEN 078) è stata adottata con delibera n. 13 067 del 17 aprile 2013. La regola tecnica è stata modificato in 2014 di rinviare l'entrata in vigore della norma al 1° febbraio 2018, ed è in vigore da allora.
Pesticidi di uso agricoloPer i pesticidi di uso agricolo fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Comunità andina”.

Estonia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Finlandia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Francia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Gambia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriNel periodo 2005-2007, il Gambia ha partecipato come paese pilota al programma di sviluppo delle capacità GHS globale dell’UNITAR/ILO con l’Agenzia nazionale per l’ambiente che fungeva da organizzazione di coordinamento a livello nazionale. Tra i membri del comitato figurano i principali dipartimenti governativi, nonché rappresentanti del mondo degli affari e dell'industria, nonché organizzazioni di interesse pubblico e del lavoro.
Una proposta per il follow-up delle attività di attuazione del GHS è stata accettata per il finanziamento attraverso il fondo fiduciario del programma SAICM Quick Start.
Da allora non sono state rese disponibili informazioni su ulteriori progressi.

Germania

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti nazionali o all’interno degli Stati Membri dell’Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Ghana

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriNel gennaio 2019 l'UNITAR ha tenuto un workshop introduttivo al GHS.
A quadriennale (4-2022) progetto pilota per supportare l'implementazione nazionale del GHS è stato lanciato nel 2022. Ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo Sito web SAICM.Le laboratorio iniziale di lancio del progetto si è svolto il 4 e 5 ottobre 2022 a Nairobi. Tutta la documentazione (compreso un panoramica del quadro normativo sulla gestione dei prodotti chimici in Ghana) è disponibile su Sito web SAICM.

Grecia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Guatemala

Punto focale:Ministero dell'Ambiente
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settori:Il Guatemala ha avviato nel 2013-2014 il processo di implementazione del GHS come uno degli strumenti inclusi nel piano di implementazione dell'Approccio Strategico alla Gestione Internazionale delle sostanze chimiche (SAICM) per lo sviluppo di un approccio razionalizzato per la gestione delle sostanze chimiche. Nel 2013 è stato avviato un progetto per l'implementazione del GHS finanziato dal Programma Quick Start di SAICM. Dal 19 al 23 febbraio 2014 si è tenuto un workshop di pianificazione e avvio. Come attività di follow-up (dal punto di vista legislativo) due accordi governativi (“Acuerdo gubernativo”), uno per l’attuazione del GHS e un altro per l’attuazione del Regolamento Tipo delle Nazioni Unite sul trasporto di merci pericolose. Altre attività comprendevano lo sviluppo di una strategia nazionale di formazione rivolta a tutti i settori coinvolti (industria, governo e società civile). Da allora non sono state rese disponibili informazioni su ulteriori progressi.

Guinea

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriLa Guinea ha sviluppato una strategia di implementazione del GHS nel 2018 come parte di un progetto correlato al GHS sostenuto dall’UNITAR.
Da allora non sono state fornite ulteriori informazioni sulle attività di follow-up.

Honduras

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale di merci pericolose, la Sezione IV del Regolamento per la corretta gestione delle sostanze chimiche pericolose fare riferimento alle disposizioni dei Regolamenti modello delle Nazioni Unite .
Altri settori:Il 1° gennaio 2009 il Governo ha emesso un Regolamento per la corretta gestione dei prodotti pericolosi sostanze chimiche. Il capitolo V del regolamento stabilisce che la classificazione e la comunicazione del pericolo (etichettatura e SDS) devono essere conformi alle disposizioni del GHS. Il regolamento è entrato in vigore il giorno della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Da allora non si hanno informazioni sugli ulteriori sviluppi.

Ungheria

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Islanda

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Indonesia

Punti focali:Dipartimento dell'Industria Dipartimento dei Trasporti Dipartimento dell'Agricoltura Dipartimento del Commercio Dipartimento della SaluteAgenzia Nazionale per il Controllo dei Farmaci e degli Alimenti Dipartimento della Manodopera e della Trasmigrazione Ministero dell'Ambiente
Principali normative rilevanti:Decreto del Ministero dell'Industria n.87/M-IND/PER/9/2009 relativo al Sistema Globale Armonizzato di Classificazione ed Etichettatura dei Prodotti ChimiciDecreto del Ministero dell'Industria n.23/M/-IND/PER/4/2013 relativo alla revisione del Decreto del Ministero dell'Industria N.87/M-IND/PER/9/2009Decreto del Direttore Generale dell'Industria Agrochimica N.21/IAK/PER/4/2010 riguardante la formazione tecnica sull'attuazione del GHS per la classificazione e l'etichettatura delle sostanze chimiche
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
La legislazione nazionale per il trasporto terrestre di merci pericolose in Indonesia si basa sulla 14a edizione rivista dei regolamenti modello delle Nazioni Unite ed è entrata in vigore il 1° gennaio 2007.
Sul posto di lavoroimplementato Il decreto del Ministero dell'Industria n.23/M/-IND/PER/4/2013 (basato sulla quarta edizione rivista del GHS) è diventato applicabile il 4 aprile 12 (questo decreto è stato emesso come revisione del decreto del Ministero dell'Industria N.87/M-IND/PER/9/2009 emessa nel marzo 2010, in attuazione della Rev.2 del GHS).
Oltre alla classificazione e all'etichettatura, il regolamento comprende disposizioni sulle SDS. Il regolamento è supportato da una guida tecnica (n. 21/IAK/PER/4/2010) firmata il 14 aprile 2010 come modificata dall'ordinanza n. 04/BIM/PER/1/2014. Gli orientamenti tecnici riguardano i valori limite e i limiti di concentrazione; costruzioni; formato delle SDS, etichettatura; dimensioni e disposizione dei pittogrammi di pericolo. È stato rilasciato nel gennaio 2014 ed è entrato in vigore immediatamente.

Irlanda

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Israele

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settori
implementato Il 12 maggio 2019 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale una versione rivista della norma SI 2302 (parti 1 e 2). Tutte le sezioni dello standard rivisto sono obbligatorie.
SI 2302 parte 1 (Sostanze e miscele pericolose: classificazione, etichettatura, marcatura e imballaggio) si basa sul regolamento CLP dell'UE che implementa il GHS.
SI 2302 parte 2 – Sostanze e miscele pericolose: classificazione dei trasporti, etichettatura, marcatura e imballaggio.
Sia la vecchia norma (febbraio 2009) che la nuova norma rivista (aprile 2019) si applicheranno dall'entrata in vigore della presente revisione (10 agosto 2019) per un periodo di 3 anni, fino al 9 agosto 2022. Durante questo periodo le sostanze pericolose e le miscele per usi domestici e simili potrebbero essere testate secondo il vecchio o il nuovo standard rivisto.

Italia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Giappone

Punti focali:Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare (MHLW) Ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria (METI) Ministero dell'Ambiente (MOE) Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo.
Principali normative rilevanti:Diritto della sicurezza industriale e della salute (ISHL)Legge sul controllo delle sostanze velenose e deleterie (PDSCL)Legge sulla conferma, ecc. delle quantità di rilascio di sostanze chimiche specifiche nell'ambiente e sulla promozione di miglioramenti nella loro gestione (Legge riguardante Sistemi di registro delle emissioni e dei trasferimenti di sostanze inquinanti (PRTR) e schede di dati di sicurezza (SDS).)Atto sulla valutazione delle sostanze chimiche e sulla regolamentazione della loro produzione, ecc. (Valutazione relativa a nuove sostanze chimiche, misure normative in base alle proprietà delle sostanze chimiche e altre misure inclusa la segnalazione di proprietà pericolose sulle sostanze chimiche, ecc.) (Legge sul controllo delle sostanze chimiche (CSCL)).
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Le normative sul trasporto marittimo e aereo in Giappone si basano sui regolamenti modello delle Nazioni Unite sul trasporto di merci pericolose.
Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Sul posto di lavoroimplementato Gli standard nazionali JIS Z 7252:2019 (Classificazione delle sostanze chimiche basate su GHS) e JIS Z 7253:2019 riguardano la classificazione e la comunicazione dei pericoli (etichette e schede di sicurezza) in conformità con il GHS. Si basano sulla sesta edizione rivista del GHS (GHS Rev.6). Le etichette GHS e le schede dati di sicurezza sono obbligatorie solo per le sostanze chimiche regolamentate dalla legge sulla salute e sicurezza industriale, dalla legge sul registro delle emissioni e dei trasferimenti di sostanze inquinanti (PRTR) e dalla Legge sul controllo delle sostanze velenose e deleterie. Tuttavia, si incoraggia l’implementazione della classificazione GHS e degli elementi di comunicazione del pericolo. L'implementazione per i prodotti di consumo è volontaria. Risultati della classificazione GHS così come diversi strumenti di supporto documenti di orientamento sono disponibili sul sito dell'Istituto Nazionale di Tecnologia e Valutazione (NOTTE).
Cooperazione internazionaleLe Database sulla sicurezza chimica ASEAN-Giappone (AJCSD) è sviluppato dai paesi ASEAN (Brunei, Cambogia, Indonesia, Laos, Malesia, Myanmar, Filippine; Singapore, Tailandia e Vietnam) e dal Giappone nell'ambito del gruppo di lavoro AMEICC sulle industrie chimiche. Il database include informazioni sulla regolamentazione delle sostanze chimiche, risultati della classificazione GHS, informazioni su rischi e pericoli.
A protocollo di collaborazione “Sul rafforzamento del sistema di gestione delle sostanze chimiche basato sul rischio in Vietnam” è stato firmato il 12 luglio 2012 e rinnovato nel luglio 2015 tra il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria del Giappone e il Ministero dell’Industria e del Commercio della Repubblica del Vietnam. Il progetto per rafforzare la gestione delle sostanze chimiche in Vietnam è stato condotto da aprile 2015 a marzo 2019. Informazioni dettagliate sull'esito del progetto sono disponibili nel rapporto finale. Vedi anche le informazioni sullo stato di attuazione del GHS in Vietnam.

Kazakistan

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriAttuazione prevista nel 2022Fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Unione economica eurasiatica”

Kenia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriA quadriennale (4-2022) progetto pilota per supportare l'implementazione nazionale del GHS è stato lanciato nel 2022. Ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo Sito web SAICM.Le laboratorio iniziale di lancio del progetto si è svolto il 4 e 5 ottobre 2022 a Nairobi. Tutta la documentazione (compreso un panoramica del quadro normativo sulla gestione delle sostanze chimiche e stato di attuazione del GHS in Kenya è disponibile sul Sito web SAICM.

Kyrgyzstan

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriAttuazione prevista nel 2022Fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Unione economica eurasiatica”

Repubblica democratica popolare del Laos

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriimplementato La Repubblica democratica popolare del Laos ha redatto il piano strategico per i prodotti chimici pericolosi per il periodo 2006-2020 e il piano d'azione per i prodotti chimici pericolosi per il periodo 2006-2010. Questi piani sono progettati per fornire un quadro per la gestione sicura ed efficace delle sostanze chimiche. È stata creata una bozza di proposta di progetto per l'implementazione del GHS e un comitato direttivo nazionale. I risultati del corso sulla comprensibilità (tenutosi nell'ottobre 2006), nonché quelli dell'analisi della situazione e delle lacune sono stati utilizzati per lo sviluppo delle attività di attuazione del GHS nel corso del 2007. Piani di attuazione settoriali per la sanità, l'agricoltura e l'industria nonché una strategia di attuazione nazionale per il settore dei trasporti sono stati completati nel corso del 2009. È stato emanato e tradotto in inglese un decreto che stabilisce principi, regole e misure per il controllo di tutte le attività relative all'importazione, esportazione, produzione, distribuzione, stoccaggio, utilizzo e smaltimento dei pesticidi. Nel corso del 2009 sono state svolte anche numerose attività di sensibilizzazione. A legge sulla gestione delle sostanze chimiche (N. 07/NA) è stata approvata il 10 novembre 2016. È entrata in vigore il 12 dicembre 2016. La legge si riferisce ai prodotti chimici pericolosi come quelli che hanno caratteristiche pericolose secondo i criteri GHS.

Lettonia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Liechtenstein

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Lituania

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Lussemburgo

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Madagascar

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriNel 2004 si sono svolti seminari di sensibilizzazione con la partecipazione di rappresentanti del Ministero dell'Ambiente, delle Acque e delle Foreste e di un'ampia gamma di settori pubblico e privato (compresa l'industria, la sanità, il lavoro e l'agricoltura).
Da allora non sono state rese disponibili informazioni su ulteriori progressi.

Malaysia

Punti focali:Ente capofila: Ministero del Commercio Internazionale e dell'Industria (MITI), Ministero delle Risorse Umane – Dipartimento della Sicurezza e della Salute sul Lavoro (DOSH), Ministero e Dipartimento dell'Agricoltura. Comitato sui pesticidiMinistero dei trasportiMinistero del commercio interno e dei consumatori
Principali normative rilevanti:Legge sulla salute e sicurezza sul lavoro del 1994 (legge 514) e relativi regolamenti CLASS del 2013 (classificazione, etichettatura e schede di sicurezza dei prodotti chimici pericolosi)
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato I regolamenti del 2013 sulla sicurezza e la salute sul lavoro (classificazione, etichettatura e scheda dati di sicurezza dei prodotti chimici pericolosi) (Regolamento di CLASSE) sono stati pubblicati nel Foglio federale (http://www.federalgazette.agc.gov.my/) l'11 ottobre 2013. Si basavano sulla terza edizione rivista del GHS (GHS Rev.3). IL Regolamento di CLASSE, promulgato ai sensi della legge sulla sicurezza e la salute sul lavoro del 1994 (legge 514) entrata in vigore il 12 ottobre 2013. Hanno sostituito i regolamenti sulla sicurezza e la salute sul lavoro (classificazione, imballaggio ed etichettatura dei prodotti chimici pericolosi) del 1997 (regolamenti CPL) in vigore da aprile 1997. I fornitori sono responsabili della classificazione, etichettatura, preparazione delle schede di dati di sicurezza, presentazione delle informazioni sugli imballaggi e sull'inventario dei prodotti chimici. Il Dipartimento per la sicurezza e la salute sul lavoro (DOSH) ha pubblicato nel 2014 un “Codice del settore Pratica sulla classificazione chimica e sulla comunicazione dei pericoli", sulla base del 3rd edizione riveduta del GHS. Il Codice di condotta è un documento giuridicamente vincolante per soddisfare i requisiti previsti dai Regolamenti. È stato pubblicato il gazzetta ufficiale del 10 giugno 2014 ed è stato concesso un periodo transitorio di un anno per consentire alle parti interessate di conformarsi ai requisiti delle normative CLASS. Il codice è composto da quattro parti: Parte 1: Elenco delle sostanze chimiche classificate Parte 2: Classificazione delle sostanze chimiche Parte 3: Comunicazione dei rischi: Etichettatura e scheda dati di sicurezza ( SDS)Parte 4: Informazioni commerciali riservate (CBI)An modifica alla parte 1 del codice è stato pubblicato l'11 ottobre 2019, aggiornando l'elenco delle sostanze chimiche classificate ai sensi del GHS. L'elenco aggiornato contiene la classificazione GHS per 662 sostanze chimiche. Le sostanze chimiche elencate devono essere classificate secondo la classificazione specificata nell'elenco, a meno che il fornitore non disponga di dati o altre informazioni che giustifichino la classificazione in classi o categorie di pericolo aggiuntive o più gravi. Se la classificazione fornita dal fornitore è meno rigorosa della classificazione minima prevista nel codice di condotta, le informazioni e i dati pertinenti a supporto di tale classificazione devono essere presentati al Dipartimento per la sicurezza e la salute sul lavoro. Il 13 giugno 2022, DOSH ha pubblicato una proposta di modifiche al Regolamento di Classe 2013, per l'allineamento a quanto previsto dall'8th edizione rivista del GHS (GHS Rev.8). La proposta è stata aperta al pubblico commento dal 13 giugno 2022 al 15 agosto 2022. Ulteriori strumenti e informazioni riguardanti l'attuazione della normativa CLASS sono disponibili sul sito web della Dipartimento per la sicurezza e la salute sul lavoro. Una presentazione contenente informazioni dettagliate sulla storia e sullo stato di implementazione del GHS in Malesia è stata tenuta durante il workshop di avvio del progetto pilota per supportare i paesi africani nel superare gli ostacoli nell'implementazione del GHS per il GHS in Africa. La presentazione è disponibile su Sito web SAICM.
Altri settori:
Sul posto di lavoroimplementato I regolamenti del 2013 sulla sicurezza e la salute sul lavoro (classificazione, etichettatura e scheda dati di sicurezza dei prodotti chimici pericolosi) (Regolamento di CLASSE) sono stati pubblicati nel Foglio federale (http://www.federalgazette.agc.gov.my/) l'11 ottobre 2013. Si basavano sulla terza edizione rivista del GHS (GHS Rev.3). IL Regolamento di CLASSE, promulgato ai sensi della legge sulla sicurezza e la salute sul lavoro del 1994 (legge 514) entrata in vigore il 12 ottobre 2013. Hanno sostituito i regolamenti sulla sicurezza e la salute sul lavoro (classificazione, imballaggio ed etichettatura dei prodotti chimici pericolosi) del 1997 (regolamenti CPL) in vigore da aprile 1997. I fornitori sono responsabili della classificazione, etichettatura, preparazione delle schede di dati di sicurezza, presentazione delle informazioni sugli imballaggi e sull'inventario dei prodotti chimici. Il Dipartimento per la sicurezza e la salute sul lavoro (DOSH) ha pubblicato nel 2014 un “Codice di condotta industriale sulla classificazione dei prodotti chimici e sulla comunicazione dei pericoli”, basato sulla terza edizione rivista del GHS. Il Codice di condotta è un documento giuridicamente vincolante per soddisfare i requisiti previsti dai Regolamenti. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 3 giugno 10 ed è stato concesso un periodo transitorio di un anno per consentire ai soggetti interessati di conformarsi ai requisiti della normativa CLASS. Il codice è composto da quattro parti: Parte 2014: Elenco delle sostanze chimiche classificateParte 1: Classificazione delle sostanze chimicheParte 2: Comunicazione dei rischi: Etichettatura e scheda dati di sicurezza (SDS)Parte 3: Informazioni commerciali riservate (CBI)È stato pubblicato un emendamento alla Parte 4 del codice in data 1 ottobre 11, aggiornando l'elenco delle sostanze chimiche classificate ai sensi del GHS. L'elenco aggiornato contiene la classificazione GHS per 2019 sostanze chimiche. Le sostanze chimiche elencate devono essere classificate secondo la classificazione specificata nell'elenco, a meno che il fornitore non disponga di dati o altre informazioni che giustifichino la classificazione in classi o categorie di pericolo aggiuntive o più gravi. Se la classificazione fornita dal fornitore è meno rigorosa della classificazione minima prevista dal codice di condotta, le informazioni e i dati pertinenti a supporto di tale classificazione devono essere presentati al Dipartimento per la sicurezza e la salute sul lavoro. In data 662 giugno 13, DOSH ha pubblicato una proposta di modifica del Regolamento di Classe 2022, per l'allineamento alle disposizioni dell'ottava edizione rivista del GHS (GHS Rev.2013). La proposta è stata aperta ai commenti del pubblico dal 8 giugno 8 al 13 agosto 2022. Ulteriori strumenti e informazioni riguardanti l'attuazione della normativa CLASS sono disponibili sul sito web della Dipartimento per la sicurezza e la salute sul lavoro. Una presentazione contenente informazioni dettagliate sulla storia e sullo stato di implementazione del GHS in Malesia è stata tenuta durante il workshop di avvio del progetto pilota per supportare i paesi africani nel superare gli ostacoli nell'implementazione del GHS per il GHS in Africa. La presentazione è disponibile su Sito web SAICM.

Malta

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Mauritius

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriimplementato (dal 5 novembre 2004)Legge sul controllo delle sostanze chimiche pericolose del 2004 del 5 novembre 2004 (sulla base della prima edizione del GHS) e affini regolamenti.Classificazione ed etichettatura: Schemi Quinto, Sesto, Settimo, Ottavo e Nono; Confezione: decimo programma; Schede di Sicurezza: Undicesimo Programma; Trasporti: quindicesimo orario; Stoccaggio: sedicesimo programma

Messico

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settori
Sul posto di lavoroAttuato il 9 ottobre 2015, il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale ha pubblicato lo standard ufficiale messicano NOM-018-STPS-2015 “Sistema armonizzato per l’identificazione e la comunicazione dei pericoli e dei rischi derivanti dalle sostanze chimiche pericolose sul posto di lavoro” (Sistema armonizado para la identificación y comunicación de peligros y riesgos por sustancias químicas peligrosas en los centros de trabajo). Questo standard implementa la quinta edizione rivista del GHS (GHS Rev.5) in Messico per il posto di lavoro ed è diventato obbligatorio l'5 ottobre 8.
A seguito della sua entrata in vigore, la precedente norma NOM-018-STPS-2000 (pubblicata il 27 ottobre 2000) e le sue modifiche (del 2 gennaio 2001 e del 6 settembre 2013) sono state abrogate.

Montenegro

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriIl Montenegro ha presentato domanda di adesione all'Unione europea nel 2008 ed è diventato un paese candidato all'UE nel dicembre 2012. Da allora, il Montenegro si è adoperato per adempiere ai propri obblighi di allineamento progressivo alle norme, agli standard, alle politiche e alle pratiche dell'Unione, con l'obiettivo all'adesione all'Unione. Il 24 gennaio 2019 l’Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) ha annunciato il lancio del quinto progetto di strumento di preadesione (IPA) tra marzo 2019 e febbraio 2021, come parte dei suoi sforzi per sostenere i paesi candidati all’UE nel processo di adesione. Il progetto consentirà la condivisione delle informazioni e lo sviluppo delle capacità attraverso la partecipazione a eventi a livello dell’UE, corsi di formazione specifici, visite di studio negli Stati membri e all’ECHA su questioni normative e la traduzione di documenti chiave. Nell’ambito del progetto, sarà condotta una valutazione approfondita della “Capacità e preparazione nazionale per l’attuazione e l’applicazione di REACH, CLP, BPR ed ePIC in Montenegro e Serbia” con il seguente scopo: valutare lo stato di armonizzazione delle norme giuridiche esistenti quadro con quello dell'acquis dell'UE; chiarire la preparazione del paese in termini di capacità istituzionale ad attuare e far rispettare REACH, CLP, BPR e PIC dopo la loro adesione all'UE e fornire un piano d'azione dettagliato che delinei le fasi necessarie per armonizzare pienamente e consentire al paese di assumersi le proprie responsabilità come UE Stati membri nell’attuazione di tali regolamenti. L'allineamento al CLP allineerà la legislazione nazionale del Montenegro al GHS.

Myanmar

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriIl Myanmar ha istituito la Commissione nazionale per gli affari ambientali nel 1990. Tra i suoi programmi, il Myanmar ha adottato l’Agenda 21, una parte della quale è quella di promuovere una gestione ecologicamente corretta delle sostanze chimiche tossiche e dei rifiuti pericolosi. Non esiste un'istituzione specifica assegnata al compito della gestione complessiva delle sostanze chimiche e dei rifiuti, ma esistono numerosi quadri normativi e standard di classificazione ed etichettatura che potrebbero accogliere il GHS. Da allora non sono state rese disponibili informazioni su ulteriori progressi.

Olanda

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Nuova Zelanda

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Legislazione applicabile a tutti (nuova ed esistente) sostanze pericolose dal 1° luglio 2006. La legge del 1996 sulle sostanze pericolose e i nuovi organismi (HSNO) e i relativi strumenti legislativi controllano l'importazione e la produzione (comprese la classificazione e l'etichettatura) di sostanze chimiche che presentano proprietà pericolose. Le proprietà pericolose sono definite in conformità con i criteri GHS, compresi i pericoli fisici, i pericoli per la salute umana e i pericoli ambientali. Sono coperti tutti i settori, compresi i prodotti chimici industriali, i prodotti di consumo e i prodotti chimici agricoli e veterinari. Il 15 ottobre 2020, l'organo di governo dell'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente (EPA) ha firmato un nuovo strumento legislativo che adotta, per incorporazione per riferimento, il 7th edizione riveduta del GHS (GHS Rev.7). Il nuovo strumento (Avviso di comunicazione di pericolo “Hazardous Substances (Hazard Classification) Notice 2020”) è entrato in vigore il 30 aprile 2021, diventando così il nuovo quadro di classificazione dei pericoli che sostituisce la legge sulle sostanze pericolose e i nuovi organismi (HSNO) del 1996 e i relativi regolamenti in vigore dal 2001. Ulteriori dettagli sulle classi e categorie di pericolo adottate possono essere trovate presso l'Autorità per la protezione dell'ambiente (EPA) di LPI.Il nuovo avviso sulla classificazione dei pericoli ha inoltre consentito l'allineamento dell'avviso sulle sostanze pericolose (etichettatura) del 2017 e dell'avviso sulle sostanze pericolose (schede dati di sicurezza) del 2017 con la settima edizione rivista del GHS (questi avvisi erano originariamente basati sulla quinta edizione rivista del GHS). Entrambi questi avvisi aggiornati sono entrati in vigore anche il 7 aprile 5, e prevedono un periodo transitorio di quattro anni per consentire ai soggetti interessati di apportare le modifiche necessarie ad etichette e schede di sicurezza conseguenti all'aggiornamento alle disposizioni della settima edizione rivista del GHS . Un numero significativo di approvazioni di sostanze pericolose ai sensi della legge HSNO è stato inoltre aggiornato secondo i criteri di classificazione della settima edizione riveduta del GHS. Ulteriori informazioni su questo processo possono essere trovate sul sito web dell'EPA – Sostanza pericolosa approvazioni.L'EPA ha diversi database al suo interno sito web che contengono informazioni su sostanze pericolose.
Altri settori:implementato Legislazione applicabile a tutti (nuova ed esistente) sostanze pericolose dal 1° luglio 2006. La legge del 1996 sulle sostanze pericolose e i nuovi organismi (HSNO) e i relativi strumenti legislativi controllano l'importazione e la produzione (comprese la classificazione e l'etichettatura) di sostanze chimiche che presentano proprietà pericolose. Le proprietà pericolose sono definite in conformità con i criteri GHS, compresi i pericoli fisici, i pericoli per la salute umana e i pericoli ambientali. Sono coperti tutti i settori, compresi i prodotti chimici industriali, i prodotti di consumo e i prodotti chimici agricoli e veterinari. Il 15 ottobre 2020, l’organo di governo dell’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente (EPA) ha firmato un nuovo strumento legislativo adottando, per incorporazione per riferimento, la 7a edizione rivista del GHS (GHS Rev.7). Il nuovo strumento (Hazard Communication Notice “Hazardous Substances (Hazard Classification) Notice 2020) è entrato in vigore il 30 aprile 2021, diventando così il nuovo quadro di classificazione dei pericoli in sostituzione dell’Hazardous Substances and New Organisms (HSNO) Act 1996 e dei relativi regolamenti in vigore dal 2001. Ulteriori dettagli sulle classi di pericolo e sulle categorie adottate possono essere trovate sul sito web dell'Autorità per la Protezione dell'Ambiente (EPA). Il nuovo avviso sulla classificazione dei pericoli ha inoltre consentito l'allineamento dell'avviso sulle sostanze pericolose (etichettatura) del 2017 e dell'avviso sulle sostanze pericolose (schede dati di sicurezza) del 2017 con la settima edizione rivista del GHS (questi avvisi erano originariamente basati sulla quinta edizione rivista del GHS). Entrambi questi avvisi aggiornati sono entrati in vigore anche il 7 aprile 5, e prevedono un periodo transitorio di quattro anni per consentire ai soggetti interessati di apportare le modifiche necessarie ad etichette e schede di sicurezza conseguenti all'aggiornamento alle disposizioni della settima edizione rivista del GHS . Un numero significativo di approvazioni di sostanze pericolose ai sensi della legge HSNO è stato inoltre aggiornato secondo i criteri di classificazione della 30a edizione riveduta del GHS. Ulteriori informazioni su questo processo possono essere trovate sul sito web dell'EPA – Sostanza pericolosa approvazioni. L'EPA ha diversi database al suo interno sito web che contengono informazioni su sostanze pericolose.

Nigeria

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriNel periodo 2005-2007, la Nigeria ha partecipato come paese pilota al programma di sviluppo delle capacità GHS globale dell'UNITAR/ILO. Nel 2005 si è tenuto un incontro nazionale di pianificazione GHS per discutere delle infrastrutture e dello sviluppo del progetto GHS. L'agenzia nazionale di coordinamento del GHS è il Ministero federale dell'ambiente e i membri del comitato di attuazione del GHS includono dipartimenti governativi chiave, rappresentanti del mondo degli affari e dell'industria, nonché organizzazioni di interesse pubblico e del lavoro. La Nigeria ha avviato lo sviluppo di un disegno di legge armonizzato sulla gestione delle sostanze chimiche pericolose nell'aprile 2006. Il progetto di legge è stato soggetto a un processo di revisione settoriale per il contributo di più parti interessate durante il primo trimestre del 2007. Questo processo ha portato allo sviluppo di un piano strategico per il GHS nazionale implementazione nel 2008. Un progetto pilota quadriennale (4-2022) per supportare l’implementazione nazionale del GHS è stato lanciato nel 2026. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web SAICM. IL laboratorio iniziale di lancio del progetto si è svolto il 4 e 5 ottobre 2022 a Nairobi. Tutta la documentazione (compreso un panoramica del quadro normativo sulla gestione dei prodotti chimici in Nigeria) è disponibile su Sito web SAICM.

Norvegia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti nazionali o all’interno degli Stati Membri dell’Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Paraguay

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto regionale tra gli Stati membri del Mercato Comune del Sud (MERCOSUR) (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay) fare riferimento alle informazioni fornite sotto “Mercosur”.A livello nazionale, il trasporto terrestre di merci pericolose è regolato dal decreto 17723/97 del 1° luglio 1997. Sono disponibili il testo del decreto, nonché ulteriori indicazioni e informazioni relative al trasporto di merci pericolose in Paraguay
Altri settoriNessuna informazione disponibile

Perù

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto regionale all'interno della Comunità ANDINA (Comunidad Andina) (Bolivia, Colombia, Ecuador e Perù), fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Andina Comunità”.Il trasporto nazionale è a norma di legge No. 28256 e relativi standard.
Altri settoriIl 27 maggio 2023, il Perù ha emanato un decreto legislativo che adotta una legge sulla gestione globale delle sostanze chimiche (“Legge sulla gestione integrale delle sostanze chimiche"). È entrata in vigore il 28 maggio 2023. Il capitolo II della legge stabilisce che la classificazione dei pericoli, l'etichettatura e le schede di sicurezza devono essere conformi alle disposizioni del GHS. Si prevede che venga elaborato un regolamento per dare attuazione alla legge entro un anno dalla sua entrata in vigore. 
Per i pesticidi di uso agricolo fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Comunità andina”.

Philippines

Punti focali:implementato Un ordine amministrativo congiunto GHS per l'adozione e l'attuazione del sistema globale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS JAO) è stato approvato dalle otto agenzie governative coinvolte nell'attuazione del GHS il 25 maggio 2009 ("Adozione e implementazione del sistema globale armonizzato di classificazione ed etichettatura dei prodotti chimici”, ordine amministrativo n. 1, serie del 2009). Il GHS JAO ha richiesto alle agenzie esecutive di redigere o rivedere le rispettive norme e regolamenti di attuazione (IRR) o ordini dipartimentali, a seconda dei casi, per incorporare le disposizioni del GHS. Ha inoltre specificato i compiti e le responsabilità delle agenzie governative che implementano e coordinano l'adozione dei criteri di classificazione GHS, dell'etichettatura e dei requisiti SDS.
Il Dipartimento del Lavoro e dell'Occupazione (DOLE) ha pubblicato il 28 febbraio 2014 le “Linee guida per l’attuazione del Sistema Globale Armonizzato (GHS) nel programma di sicurezza chimica sul posto di lavoro” (DOLE Ordine del dipartimento n.136-14). L'ordinanza ha reso obbligatoria la conformità al GHS sul posto di lavoro dal 14 marzo 2015. Le linee guida si applicano a tutti i luoghi di lavoro coinvolti nella produzione, utilizzo, stoccaggio di prodotti chimici industriali, nel settore privato, compresa la loro catena di fornitura. Il Dipartimento dell'Ambiente e delle Risorse Naturali ha pubblicato il 19 maggio 2015 DENR Ordinanza amministrativa N°2015-09 “Regole e procedure per l'implementazione del sistema globale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS) nella preparazione delle schede di sicurezza (SDS) e dei requisiti di etichettatura delle sostanze chimiche tossiche”. L'ordinanza ha reso obbligatoria la conformità al GHS secondo il seguente programma:2016: Sostanze singole e miscele di composti coperti dal Chemical Control Order (CCO) e dalla Priority Chemical List (PCL) Sostanze chimiche già elencate2017: Sostanze chimiche tossiche ad alto volume2018: Sostanze chimiche tossiche secondo la Elenco IATA e IMDG delle merci pericolose2019: MisceleSu 25 agosto 2015, il Dipartimento dell’Ambiente e delle Risorse Naturali ha emesso un “Manuale di orientamento per DAO 2015-09" basato su GHS Rev.4, ad uso del DNER Environment Management Bureau e degli operatori del settore. DAO 2015-09 deve essere implementato in conformità con le regole, i requisiti e le procedure descritti nel manuale, che include: Un manuale guida per la classificazione delle sostanze chimiche Un elenco di singole sostanze e composti coperti dall'ordine di controllo chimico (CCC) e dall'elenco delle sostanze chimiche prioritarie (PCL) Pittogrammi GHSUn manuale di orientamento sulla preparazione delle etichetteUn manuale di orientamento sulla preparazione della SDS.
Per i prodotti chimici ad alto volume (HVC), il Dipartimento dell'ambiente e delle risorse naturali (DENR) ha emesso nel 2017, Circolare Circolare 2017-010, implementare i criteri GHS per valutare le sostanze chimiche ad alto volume (HVC).
Per le sostanze chimiche tossiche nell'elenco IATA e IMDG delle merci pericolose, il DENR ha emesso il Memorandum Circolare n. 2020-009 nel 2020; Nel frattempo, per le miscele, il DENR ha emesso la Circolare Memorandum n. 2021-009 nel 2021.
Il Dipartimento della Salute (DOH), attraverso la Food and Drug Administration (FDA), ha emesso le linee guida DOH Administrative Order n. 2019-00018 e FDA Circular n. 2020-025, adottando il GHS come standard per i prodotti di consumo, inclusi pesticidi domestici/urbani e sostanze pericolose domestiche/urbane, in 14 Giugno 2019 e della gestione della 19 agosto 2020, rispettivamente. Attualmente l'applicazione dell'etichettatura GHS per le sostanze pericolose domestiche/urbane è facoltativa.
Dall'inizio del 2022, le agenzie esecutive stanno intraprendendo una revisione del GHS JAO precedentemente emesso nel 2009, con l'obiettivo finale di sviluppare una versione aggiornata. La revisione mira ad armonizzare l'edizione riveduta adottata dalle agenzie esecutive. Si prevede che l’ottava edizione rivista del GHS sarà adottata all’unanimità da tutte le agenzie esecutive, consentendo al tempo stesso un periodo transitorio per le industrie interessate.
Legislazione pertinente:Legge sul controllo delle sostanze tossiche e dei rifiuti pericolosi e nucleari del 1990 (legge della Repubblica n. 6969): per prodotti chimici industriali; Norma 1090 delle norme sulla salute e sicurezza sul lavoro (OSHS) intitolata “Materiali pericolosi”: per l'implementazione del GHS sul posto di lavoro; Food and Drug Administration Act del 2009 (Legge della Repubblica n. 9711): per i prodotti chimici di consumo; Legge sui consumatori delle Filippine (legge della Repubblica n. 7394): per prodotti di consumo/prodotti chimici; Articolo V delle norme e dei regolamenti dell'Autorità per i fertilizzanti e i pesticidi: per i pesticidi; Codice antincendio rivisto delle Filippine del 2008 (legge della Repubblica n. 9514): per la risposta alle emergenze.
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Sul posto di lavoroimplementato Un ordine amministrativo congiunto GHS per l'adozione e l'attuazione del sistema globale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS JAO) è stato approvato dalle otto agenzie governative coinvolte nell'attuazione del GHS il 25 maggio 2009 ("Adozione e implementazione del sistema globale armonizzato di classificazione ed etichettatura dei prodotti chimici”, ordine amministrativo n. 1, serie del 2009). Il GHS JAO ha richiesto alle agenzie esecutive di redigere o rivedere le rispettive norme e regolamenti di attuazione (IRR) o ordini dipartimentali, a seconda dei casi, per incorporare le disposizioni del GHS. Ha inoltre specificato i compiti e le responsabilità delle agenzie governative che implementano e coordinano l'adozione dei criteri di classificazione GHS, dell'etichettatura e dei requisiti SDS.
Il Dipartimento del Lavoro e dell'Occupazione (DOLE) ha pubblicato il 28 febbraio 2014 le “Linee guida per l'implementazione del Sistema Globale Armonizzato (GHS) nel programma di sicurezza chimica sul posto di lavoro” (ordinanza del Dipartimento DOLE n. 136-14). L'ordinanza ha reso obbligatoria la conformità GHS sul posto di lavoro dal 14 marzo 2015. Le linee guida si applicano a tutti i luoghi di lavoro coinvolti nella produzione, utilizzo e stoccaggio di prodotti chimici industriali, nel settore privato, compresa la loro catena di fornitura. Il Dipartimento dell'Ambiente e delle Risorse Naturali ha rilasciato il 19 maggio 2015 DENR Ordinanza amministrativa N°2015-09 “Regole e procedure per l'implementazione del sistema globale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche (GHS) nella preparazione delle schede di sicurezza (SDS) e dei requisiti di etichettatura delle sostanze chimiche tossiche”. L'ordinanza ha reso obbligatoria la conformità al GHS secondo il seguente programma: 2016: Sostanze singole e miscele di composti coperti dal Chemical Control Order (CCO) e dalla Priority Chemical List (PCL) Sostanze chimiche già elencate2017: Sostanze chimiche tossiche ad alto volume2018: Sostanze chimiche tossiche secondo la Elenco IATA e IMDG delle merci pericolose2019: MisceleSu 25 agosto 2015, il Dipartimento dell’Ambiente e delle Risorse Naturali ha emesso un “Manuale di orientamento per DAO 2015-09" basato su GHS Rev.4, ad uso del DNER Environment Management Bureau e degli operatori del settore. DAO 2015-09 sarà implementato in conformità con le regole, i requisiti e le procedure descritte nel manuale, che include: Un manuale guida per la classificazione delle sostanze chimiche Un elenco di singole sostanze e composti coperti dall'ordine di controllo chimico (CCC) e dall'elenco delle sostanze chimiche prioritarie (PCL)Pittogrammi GHSUn manuale di orientamento sulla preparazione delle etichetteUn manuale di orientamento sulla preparazione della SDS.
Per i prodotti chimici ad alto volume (HVC), il Dipartimento dell'ambiente e delle risorse naturali (DENR) ha emesso nel 2017, Circolare Circolare 2017-010, implementare i criteri GHS per valutare le sostanze chimiche ad alto volume (HVC).
Per le sostanze chimiche tossiche nell'elenco IATA e IMDG delle merci pericolose, il DENR ha emesso il Memorandum Circolare n. 2020-009 nel 2020; Nel frattempo, per le miscele, il DENR ha emesso la Circolare Memorandum n. 2021-009 nel 2021.
Il Dipartimento della Salute (DOH), attraverso la Food and Drug Administration (FDA), ha emesso le linee guida DOH Administrative Order n. 2019-00018 e FDA Circular n. 2020-025, adottando il GHS come standard per i prodotti di consumo, inclusi pesticidi domestici/urbani e sostanze pericolose domestiche/urbane, in 14 Giugno 2019 e della gestione della 19 agosto 2020, rispettivamente. Attualmente l'applicazione dell'etichettatura GHS per le sostanze pericolose domestiche/urbane è facoltativa.
Dall'inizio del 2022, le agenzie esecutive stanno intraprendendo una revisione del GHS JAO precedentemente emesso nel 2009, con l'obiettivo finale di sviluppare una versione aggiornata. La revisione mira ad armonizzare l'edizione riveduta adottata dalle agenzie esecutive. Si prevede che l’ottava edizione rivista del GHS sarà adottata all’unanimità da tutte le agenzie esecutive, consentendo al tempo stesso un periodo transitorio per le industrie interessate.

Polonia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici, raccomandazioni, codici e linee guida internazionali”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Portogallo

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Repubblica di Corea

Punti focali:Ministero del Lavoro (MOL)Agenzia per la salute e la sicurezza sul lavoro (KOSHA) Agenzia coreana per la tecnologia e gli standard (KATS) Ministero dell'Ambiente (MOE)Istituto nazionale di ricerca ambientale (NIER) Agenzia nazionale per la gestione delle emergenze (NEMA) Ministero del territorio, dei trasporti e Affari marittimi
Principali normative rilevanti:Legge sulla sicurezza e la salute industriale (ISHA); Legge sul controllo delle sostanze chimiche tossiche (TCCA); Legge sulla gestione della sicurezza delle merci pericolose (DGSMA); Standard KSM 1069:2006 (etichettatura dei prodotti chimici basata su GHS)
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti nazionali: Legge sulla gestione della sicurezza delle merci pericolose (DGSMA), che affronta la classificazione e l'etichettatura delle merci pericolose e si basa sulla 15a edizione rivista dei regolamenti modello delle Nazioni Unite.
Altri settori:
Sul posto di lavoroimplementato La Corea ha implementato il GHS Rev.4.Occupational Safety and Health Act (OSHA), supportato dagli "Standard per la classificazione e l'etichettatura delle sostanze chimiche e delle schede di sicurezza" (Ministero dell'occupazione e del lavoro (MoEL) Avviso 2016-19)Legge sul controllo chimico (CCA) e la legge sulla registrazione e valutazione delle sostanze chimiche (modificata il 26 maggio 2020) (legge n.17236)La legge sulla sicurezza e la salute sul lavoro (OSHA) (legge n.16722), è stata modificata nel 2019 e entrerà in vigore il 16 gennaio 2021. Stabilisce nuovi obblighi per i produttori e gli importatori di prodotti chimici, tra cui la divulgazione delle informazioni sulla composizione e la presentazione delle schede di dati di sicurezza (SDS) al Ministero dell'occupazione e del lavoro (MoEL). Il 12 novembre 2020, il MoEL ha pubblicato gli standard rivisti per la classificazione e l'etichettatura delle sostanze chimiche e la SDS (Avviso n. 2020-130). Gli standard rivisti sono allineati con l'OSHA rivisto e sono entrati in vigore il 16 gennaio 2021. L'Istituto nazionale di ricerca ambientale (NIER) ha pubblicato diversi aggiornamenti all'elenco ufficiale delle classificazioni GHS (notifica NIER n. 2019-7). Questi aggiornamenti includevano l'aggiunta di nuove voci nonché aggiornamenti sulla classificazione delle sostanze già presenti nell'elenco. Le classifiche ufficiali sono obbligatorie.

Romania

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici, raccomandazioni, codici e linee guida internazionali”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Federazione Russa

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto nazionale su strada: Ordinanza n.272 del 15 aprile 2011, che richiede l'applicazione degli allegati A e B dell'ADR. Nel 2010-2011 sono stati sviluppati 13 standard sui test delle sostanze chimiche secondo la quarta edizione rivista delle “Raccomandazioni delle Nazioni Unite sul trasporto di merci pericolose, Manuale di test e criteri”
Altri settori
Gli standard nazionali sono stati allineati alla Rev.4 del GHS: GOST 32419-2013 “Classificazione delle sostanze chimiche. Requisiti generali” GOST 32423-2013 “Classificazione delle miscele (pericoli per la salute)” GOST 32424-2013 “Classificazione delle sostanze chimiche per i pericoli ambientali. Principi generali” GOST 32425-2013 “Classificazione delle miscele (pericoli ambientali)” GOST 31340-2013 “Etichettatura delle sostanze chimiche. Requisiti generali” Raccomandazioni sulla compilazione della SDS e sull’etichettatura: R 50.1.102-2014 “Guida alla compilazione della scheda di dati di sicurezza in conformità con GOST 30333” R 50.1.101-2014 “Guida alla selezione dei consigli di prudenza per l’etichettatura in conformità con GOST 31340”
Il 3 marzo 2017, la Commissione economica eurasiatica (CEE) ha adottato un regolamento tecnico “sulla sicurezza dei prodotti chimici” (regolamento tecnico TR EAEU 041/2017). Il regolamento tecnico entrerà in vigore per tutti i membri dell'EAEU (Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Federazione Russa) il 2 giugno 2021. Il regolamento non si applica ai pesticidi e alla loro produzione, stoccaggio, trasporto e utilizzo. L’entrata in vigore è soggetta allo sviluppo, all’istituzione e al mantenimento di un “Registro delle sostanze chimiche e delle miscele dell’Unione eurasiatica” e di un sistema di notifica per le nuove sostanze chimiche. Si prevede che questo processo si svolgerà in diverse fasi, che inizieranno con la creazione di un inventario contenente un elenco comune di sostanze e miscele basato sulle informazioni presentate dagli Stati membri dell'EAEU. L'inventario sarà costruito sulla base dei dati forniti dall'industria (le informazioni richieste includono identificatori chimici, nomi e classificazione dei pericoli in conformità con il GHS). L'inventario costituirà la base per l'istituzione del registro EAEU delle sostanze e miscele chimiche. Dopo l'entrata in vigore della regola tecnica, tutte le sostanze chimiche non presenti nel Registro saranno considerate “nuove” per il territorio doganale dell'Unione e dovranno sottoporsi ad una procedura di notifica prima di essere immesse sul mercato. Gli elementi chiave del regolamento tecnico includono: classificazione e comunicazione dei pericoli (etichettatura e SDS); obblighi di registrazione e notifica e requisiti di valutazione della conformità. In seguito all’implementazione del regolamento tecnico, gli standard nazionali russi (GOST) riguardanti i criteri di classificazione e la comunicazione dei pericoli in conformità con il GHS, nonché i relativi standard di prova sviluppati in conformità con le linee guida dell’OCSE, sono diventati obbligatori. Tutti gli standard nazionali relativi al GHS sono in fase di revisione in conformità con la settima edizione rivista del GHS.

Ruanda

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriNel 2022, il Ruanda ha diffuso per un commento pubblico un progetto di standard (DRS 491: 2022) per l'etichettatura delle sostanze chimiche in conformità con l'ultima edizione rivista del GHS.
Da allora non sono state rese disponibili informazioni su ulteriori progressi.

Senegal

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericolosePer il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriNel periodo 2005-2007, il Senegal ha partecipato come paese pilota al programma di sviluppo delle capacità GHS globale dell'UNITAR/ILO. Nel 2005, il Senegal, con il coordinamento del Ministero dell’Ambiente, ha avviato il suo progetto di rafforzamento delle capacità GHS, prevedendo la partecipazione a comitati di importanti dipartimenti governativi e rappresentanti del mondo degli affari e dell’industria, nonché di organizzazioni di interesse pubblico e del lavoro. Si è tenuto un incontro nazionale di pianificazione GHS per discutere delle infrastrutture e dello sviluppo del progetto GHS. Nell’ambito delle prime attività per l’implementazione del GHS, il Senegal ha intrapreso la situazione del GHS nazionale, l’analisi delle lacune e la formazione sui test di comprensibilità. Nel corso della prima metà del 2007 è stato redatto un regolamento di attuazione del GHS (norme e “arrêté interministériel”). Si prevedeva che la bozza del testo (che affronta le esigenze di quattro diversi settori: agricoltura, trasporti, industria e beni di consumo) fosse presentata per la firma ai ministri dell'Ambiente e dell'Industria entro la fine del 2007. Non sono state rese disponibili informazioni su ulteriori progressi da allora.

Serbia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriAttuazione La legislazione nazionale di attuazione del GHS è stata adottata il 29 giugno 2010. È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica di Serbia il 10 settembre 2010 e entrato in vigore il 18 settembre 2010. L'autorità competente per l'attuazione di questa legislazione è l'Agenzia serba per le sostanze chimiche. Questa legislazione di attuazione del GHS allinea il sistema serbo di classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze chimiche al sistema globale armonizzato delle Nazioni Unite (GHS) ed è conforme al regolamento CLP dell'UE (regolamento (CE) 1272/2008). Seguirà l'introduzione graduale del sistema GHS, che consentirà a periodo di transizione per la riclassificazione e la rietichettatura delle sostanze fino al 30 settembre 2011 per le sostanze e della gestione della 31 maggio 2015 per le miscele. La normativa viene aggiornata per stare al passo con gli adeguamenti al progresso tecnico (ATP) del CLP, seguendo i periodici aggiornamenti del GHS. Un’ordinanza che stabilisce un elenco di sostanze classificate (“Regolamento dell'elenco dei classificati sostanze”) corrispondente all'elenco di cui all'Allegato VI del regolamento CLP, ai sensi dell'articolo 13th L'ATP è stato emanato il 10 febbraio 2020. Lo strumento del regolamento entrerà in vigore a marzo 2020, l'8th giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e si applica dal 1° ottobre 2020.

Singapore

Punti focali:Ministero del Lavoro (MOM): Comitato consultivo per la sicurezza e la salute sul lavoro (WSHAC) Ministero dei trasporti (MOT) Ministero dell'ambiente e delle risorse idriche (MEWR)Ministero del Commercio e dell'Industria (MTI): Comitato per la produttività e l'innovazione degli standard (SPRING)
Principali normative rilevanti:Legge sulla protezione e la gestione dell'ambiente (EPMA) e relativi Regolamenti Legge sulla salute e sicurezza sul lavoro del 2006 e legislazione sussidiaria Normative su merci pericolose, petrolio ed esplosivi, norma SS 2007 di Singapore del 586 (parti 1, 2 e 3)
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. La legislazione nazionale sul trasporto di merci pericolose si basa sui 20th edizione rivista dei regolamenti modello delle Nazioni Unite, ovvero: Standard nazionale di Singapore SS586:2021: "Specifica per la comunicazione dei pericoli per sostanze chimiche pericolose e merci pericolose - Parte 1: Trasporto e stoccaggio di merci pericolose". Fornisce informazioni e indicazioni sulla classificazione delle merci pericolose in base ai tipi di pericoli che presentano. Fornisce inoltre informazioni sulle etichette standard per la comunicazione del pericolo relative alle merci pericolose. Questa parte della norma si applica allo stoccaggio e al trasporto di merci pericolose su strada a Singapore, che comprende trasporti alla rinfusa, veicoli cisterna, veicoli con cisterne smontabili nonché veicoli che trasportano merci pericolose in colli. La parte 1 dello standard è stata pubblicata il 10 giugno 2021 ed è in vigore dal 10 dicembre 2021.
Altri settori
Luoghi di lavoro (produttori e fornitori) e utentiimplementato Nel 2005 è stata istituita una task force multi-agenzia pubblica-privata per l'implementazione del GHS per supervisionare e coordinare l'implementazione del GHS a Singapore. La task force ha concluso il suo mandato nel marzo 2017 e l’industria ha istituito una nuova task force nazionale sulla gestione delle sostanze chimiche e sul GHS. IL Legge sulla sicurezza e la salute sul lavoro del 2006 e le relative normative (il “Normativa sulla Sicurezza e Salute sul Lavoro (Disposizioni Generali)”) prevedono nella Parte IV l'obbligo di informare i lavoratori sui pericoli derivanti da tutte le sostanze chimiche pericolose presenti sul luogo di lavoro. La definizione di sostanza pericolosa così come gli elementi appropriati di comunicazione del pericolo (etichette e SDS) sono definiti negli standard nazionali. Gli standard nazionali SS586 sono stati pubblicati nel 2008 per fornire indicazioni sulla classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche pericolose in conformità con i criteri GHS (GHS Rev.2). L'edizione del 2008 dello Standard di Singapore (SS) 586 è stato il risultato della revisione di due standard precedenti (SS 286: 1984 su "Etichettatura di avvertenza per sostanze pericolose" (5 parti) e CP 98: 2003 su "Preparazione e utilizzo di materiali di sicurezza Schede tecniche” (MSDS)). Da allora, lo standard è stato rivisto più volte per tenere il passo con le edizioni riviste del GHS e/o dei Regolamenti Modello, a seconda dei casi. Lo standard è composto da tre parti.SS586 -1: “Specifica per la comunicazione del pericolo per prodotti chimici pericolosi e merci pericolose – Parte 1: Trasporto e stoccaggio di merci pericolose”SS586-2: “Specifica per la comunicazione del pericolo per prodotti chimici pericolosi e merci pericolose – Parte 2 : Sistema globale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche - Adattamenti di Singapore”SS586-3: “Specifiche per la comunicazione dei pericoli per sostanze chimiche pericolose e merci pericolose – Parte 3: Preparazione delle schede dati di sicurezza (SDS)”
Le edizioni riviste 2023 delle parti 2 e 3 del principio sono state pubblicate il 6 febbraio 2023 e sono allineate a quanto previsto dall'8th edizione riveduta del GHS. Consentono un periodo transitorio di 24 mesi per l'attuazione che termina il 6 febbraio 2025. Le edizioni 2021/2022 delle parti 2 e 3 dello standard sono allineate con i 7th edizione rivista del GHS e restano applicabili fino alla fine del periodo transitorio del 6 febbraio 2025, data di effettiva applicazione dell'edizione rivista 2023.

Slovacchia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici, raccomandazioni, codici e linee guida internazionali”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Slovenia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici, raccomandazioni, codici e linee guida internazionali”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Sud Africa

Punti focali:Dipartimento dell'Ambiente, della Pesca e delle Foreste Dipartimento dei Trasporti Dipartimento dell'Impiego e del Lavoro (Dipartimento capofila) Dipartimento della SaluteUfficio degli Standard del Sud Africa Dipartimento del Commercio e dell'Industria
Principali normative rilevanti:Normative per gli agenti chimici pericolosi (2021) della legge sulla salute e sicurezza sul lavoro (OHS) n. 85 del 1993 Legge sulla gestione ambientale nazionale n. 10 del 1998, legge sulla circolazione stradale nazionale n. 93 del 1996 Legge sulle sostanze pericolose, legge 15 del 1973
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. La legislazione nazionale sul trasporto di merci pericolose in Sud Africa si basa sui regolamenti modello delle Nazioni Unite sul trasporto di merci pericolose e sui relativi strumenti giuridici.
Altri settoriIl 29 marzo 2021 il Dipartimento sudafricano dell’Impiego e del Lavoro ha promulgato in legge il “Normative per gli agenti chimici pericolosi, 2021", in linea con l'8th edizione riveduta del GHS. La legge prevede un periodo transitorio di 18 mesi per l'attuazione, che terminerà il 29 settembre 2022. Oltre al "periodo transitorio", sono concessi ulteriori 12 mesi per le sostanze chimiche fabbricate o importate prima del 29 settembre 2022, per consentire la fornitura delle operazioni di stock-in esistenti che non sono ancora conformi al GHS. Le normative rendono obbligatorie la classificazione GHS, le schede dati di sicurezza e l'etichettatura per le sostanze chimiche pericolose presenti nell'ambiente di lavoro.

Spagna

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici, raccomandazioni, codici e linee guida internazionali”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Svezia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici, raccomandazioni, codici e linee guida internazionali”. Per il trasporto nazionale o all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Unione Europea ed Europeo Area Economica"
Altri settoriimplementato (dal 20 gennaio 2009)Vedi “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”

Svizzera

Punti focali:Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) Segreteria di Stato dell'economia (SECO) Ufficio federale delle strade (USTRA)Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG)
Principali normative rilevanti:Fornitura e utilizzo (legge sui prodotti chimici e ordinanza sui prodotti chimici) Trasporto di merci pericolose
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, consultare “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Per il trasporto all'interno degli Stati membri dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo, fare riferimento alle informazioni fornite nella sezione “Unione Europea e Spazio Economico Europeo”.Il trasporto nazionale di merci pericolose è regolato dall'art Ordinanza 741.621, che si basa sulle disposizioni dell'Accordo relativo al trasporto internazionale di merci pericolose su strada (ADR).
Altri settoriimplementato La Svizzera applica le disposizioni del GHS mediante l'ordinanza sui prodotti chimici OPChim RS 813.11, entrato in vigore il 1° luglio 2015. L'OPChim è in gran parte armonizzata con le prescrizioni europee REACH e CLP. Numerosi articoli in esso contenuti fanno riferimento direttamente ad articoli REACH o CLP. Le disposizioni tecniche si trovano negli allegati all'OPChim che vengono aggiornati regolarmente per stare al passo con gli aggiornamenti a livello ONU e UE. Informazioni sulla legislazione vigente in materia di prodotti chimici, aggiornamenti periodici, stato di armonizzazione della legislazione chimica svizzera con le normative internazionali, nonché linee guida e aiuti interpretativi della legislazione chimica sono disponibili sul sito Consiglio federale del governo svizzero sito web. Materiale informativo e strumenti relativi all'implementazione del GHS per le sostanze chimiche destinate a consumatori, rivenditori, produttori e importatori sono disponibili in diverse lingue all'indirizzo: www.cheminfo.ch

Tailandia

Punti focali:Ministero dei Trasporti (MOT); Ministero della Sanità Pubblica: Food and Drug Administration (FDA) Ministero dell'Industria: Dipartimento dei Lavori Industriali (DIW); Ministero dell'Agricoltura e delle Cooperative (MOAC): Dipartimento dell'Agricoltura (DOA) Dipartimento della Pesca (DOF); Dipartimento per gli affari energetici (DOEB) Dipartimento per lo sviluppo del bestiame (DLD).
Principali normative rilevanti:Legge sulle sostanze pericolose BE2535 (1992)
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
La legislazione nazionale per il trasporto di merci pericolose in Thailandia si basa sulle Raccomandazioni delle Nazioni Unite sul trasporto di merci pericolose:
Disposizione tailandese Volume I (TP-I) Oggetto: Requisiti generali per il trasporto multimodale di merci pericolose 2000 (BE 2543); Disposizione tailandese Volume II (TP-II) Oggetto: Requisiti per il trasporto di merci pericolose su strada e ferrovia 2004 (BE 2547). Disposizione tailandese Volume III (TP-III) Oggetto: Requisiti per il trasporto di merci pericolose su vie navigabili interne
La normativa nazionale per il Trasporto di merci pericolose su strada si basa sulle disposizioni dell'ADR 2011. Un aggiornamento dell'ADR 2021 è previsto nel 2021.
Altri settori
Luogo di lavoro, agricoltura e prodotti chimici di consumo e domesticiimplementato Il Ministero dell'Industria (MOI) ha pubblicato il 12 marzo 2012 notifica BE 2555 (2012) sul “Sistema di classificazione e comunicazione dei pericoli delle sostanze pericolose” e relativa Disposizione, per l'attuazione delle 3rd edizione riveduta del GHS (GHS Rev.3) per i prodotti chimici pericolosi sotto la responsabilità del dipartimento dei lavori industriali. La notifica prevedeva un periodo transitorio di attuazione a partire dalla data effettiva di entrata in vigore di un anno per le sostanze e di cinque anni per le miscele (ovvero: 13 marzo 2013 per le sostanze e 13 marzo 2017 per le miscele).
Ulteriori informazioni sul GHS sono disponibili (in tailandese) all'indirizzo Sito web del DIW
On 16 febbraio 2015, la FDA ha emesso una notifica (BE2558 (2015) per implementare il GHS Rev.3 per le sostanze chimiche per uso domestico e per la sanità pubblica sotto il controllo della FDA (disponibile in Solo tailandese). La notifica è stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale il 19 marzo 2015 ed è entrata in vigore il 20 marzo 2015.
Il 30 novembre 2021, il Ministero dell’Agricoltura ha pubblicato sulla Gazzetta Nazionale la notifica BE 2564 (2021) che rende applicabili le disposizioni GHS (GHS Rev.3) alle sostanze chimiche utilizzate nella pesca.

Tunisia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriLa Tunisia ha partecipato a un progetto SAICM avviato nel 2012 e sostenuto dall'UNITAR sul rafforzamento delle capacità per l'attuazione nazionale del SAICM e sul sostegno allo sviluppo delle capacità GHS nella Repubblica di Tunisia. Progetto di legislazione, basato sulla sesta edizione riveduta del GHS (GHS Rev.6) è stato redatto nel 2016, comprendente un progetto di legge, un progetto di decreto e un progetto di ordinanza (arrêté).
Da febbraio 2019 non sono state fornite ulteriori informazioni sulle attività di follow-up.

Turchia

Punto focaleMinistero dell'Ambiente e dell'Urbanizzazione: prodotti chimici industriali e coordinamento Ministero dell'Alimentazione, dell'Agricoltura e dell'Allevamento: prodotti fitosanitari Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale: salute e sicurezza sul lavoro Ministero dei TrasportiMinistero dell'Economia: importazione ed esportazione di prodotti chimici
Legislazione pertinenteRegolamento sulla classificazione, imballaggio ed etichettatura delle sostanze e miscele pericolose (11.12.2013/28848) noto anche come Regolamento SEA sulla predisposizione e distribuzione delle Schede di Sicurezza (26.12.2008/27092)
Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriimplementato Il Regolamento sulla classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele (SEA) è stato pubblicato l'11 dicembre 2013 (Gazzetta Ufficiale n.28848) ed è entrato in vigore dalla data di pubblicazione, ad eccezione dell'articolo 41 entrato in vigore il 1° giugno 2015 La normativa ha stabilito un periodo transitorio di attuazione che termina il 1 giugno 2015 per le sostanze e il 1 giugno 2016 per le miscele. Il regolamento è allineato al regolamento UE CLP e viene modificato regolarmente in conformità con i suoi adeguamenti al progresso tecnico (ATP).
Nel giugno 3015 è stato pubblicato un regolamento sulla registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche (regolamento 2017), contenente, tra gli altri, i requisiti per le schede di dati di sicurezza. Il regolamento stabilisce un periodo transitorio che termina il 31 dicembre 2023 per le SDS. I requisiti della SDS nel regolamento turco sono allineati a quelli del regolamento Reach dell'UE (regolamento della Commissione UE n. 453/2010).

Ucraina

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settori
Il 1° dicembre 2022 l’Ucraina ha adottato una legge “sulla garanzia della sicurezza chimica e della gestione dei prodotti chimici”. La legge si applica alle attività legate alla produzione, allo stoccaggio, all'importazione, all'esportazione, alla circolazione, all'uso dei prodotti chimici (con alcune eccezioni elencate nell'articolo 3, paragrafo 3, compresi tra gli altri pesticidi e prodotti agrochimici), al trattamento dei loro rifiuti, nonché al rapporti nel campo della sicurezza chimica e della gestione dei prodotti chimici. Gli articoli 35 e 36 stabiliscono che la classificazione e l'etichettatura devono essere conformi al GHS. La legge stabilisce inoltre che entro 18 mesi dalla sua data di entrata in vigore, la relativa regolamentazione a valle sia adeguata alla legge e recepita a livello nazionale.

UK

Stato di implementazione del GHS
Punto focaleDirigente per la salute e la sicurezza (HSE)
Per informazioni di base sul GHS e sul GB CLP fare riferimento a:Contesto: Sistema Globale Armonizzato (GHS) (hse.gov.uk)Classificazione chimica: Il Regolamento GB CLP (hse.gov.uk)
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere "Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida". Per informazioni generali e legislazione relativa al trasporto di merci pericolose nel Regno Unito, fare riferimento alle informazioni fornite all'indirizzo:https://www.gov.uk/government/collections/transporting-dangerous-goodshttps://www.legislation.gov.uk/uksi/2009/1348/contents
Altri settoriimplementato (a partire dal 20 gennaio 2009)Il Regno Unito si è ritirato dall'Unione Europea il 31 gennaio 2020. Informazioni sull'impatto del ritiro del Regno Unito dall'Unione Europea sulla legislazione sulle sostanze chimiche sono disponibili sul sito Agenzia europea delle sostanze chimiche sito web. A seguito dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, il Regolamento CLP è stato mantenuto per l’applicazione nazionale, con alcune piccole modifiche, per diventare il “GBCLP Regolamento“Il REACH dell’Unione Europea (UE) e la relativa legislazione sono stati replicati nel Regno Unito con le modifiche necessarie per renderlo utilizzabile in un contesto nazionale. I principi chiave del regolamento REACH dell'UE sono stati mantenuti PORTATA DEL REGNO UNITO. Il Regno Unito implementa il GHS attraverso il regolamento GB CLP mentre le disposizioni GHS sulle schede di dati di sicurezza sono implementate attraverso l'articolo 31 e l'allegato II del regolamento REACH del Regno Unito (noto come PORTATA DEL REGNO UNITO)GB Il Regolamento CLP attua il GHS nei seguenti settori: luogo di lavoro; ambiente; consumatore; e il trasporto di merci non pericolose.

Stati Uniti d'America

Stato di implementazione del GHS
Punti focaliDipartimento dei Trasporti (DOT): Sicurezza delle tubazioni e dei materiali pericolosi Amministrazione (PHMSA)Dipartimento del Lavoro: Occupational Safety and Health Administration (OSHA) Environmental Protection Agency (EPA)Commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo (CPSC)
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”. Il trasporto nazionale di merci pericolose è regolato dalla Normativa sui materiali pericolosi (Titolo 49 CFR Parti 100 -185). Le norme applicabili al trasporto di merci pericolose (Titolo 49 del Codice dei regolamenti federali) sono state aggiornate per riflettere la 20a edizione rivista dei Regolamenti modello delle Nazioni Unite (vedere la norma finale 85 IT 27810 dell'11 maggio 2020).
Sul posto di lavoroimplementato On 26 marzo 2012 L'OSHA ha pubblicato il Standard di comunicazione dei rischi rivisto (HCS) nel Registro federale. L'HCS rivisto lo è in linea con la terza edizione riveduta del GHS. È diventato obbligatorio on 1 giugno 2015 dopo un periodo transitorio di 3 anni. L'OSHA sta conducendo un processo normativo per armonizzare l'HCS con l'ultima edizione del GHS e per codificare una serie di politiche di applicazione che sono state emanate a partire dallo standard del 2012. Il 16 febbraio 2021, l'OSHA ha emesso una proposta di norma per allineare lo standard di comunicazione dei rischi (basato sulla terza edizione rivista del GHS) con il 7th edizione riveduta del GHS. L'aggiornamento includeva anche una potenziale opzione per allineare alcune disposizioni con le disposizioni dell'ottava edizione rivista del GHS, vale a dire: i metodi di sperimentazione non animale per la corrosione/irritazione cutanea (capitolo 3.2); nuovi criteri di classificazione per gli aerosol, inclusa la nuova categoria di pericolo per “sostanze chimiche sotto pressione”, e consigli di prudenza aggiornati. La norma proposta è stata oggetto di consultazione pubblica nel 2021. I dettagli sulla norma proposta sono disponibili all'indirizzo Sito web dell'OSHA Ulteriori informazioni e indicazioni sono disponibili all'indirizzo Sito web dell'OSHA
PesticidiPrincipali normative di riferimento Legge sul controllo delle sostanze tossiche (TSCA)Legge federale sugli insetticidi, i fungicidi e i rodenticidi (FIFRA) Legge federale su alimenti, farmaci e cosmetici (FFDCA) L'EPA non ha adottato il GHS per la classificazione e l'etichettatura dei prodotti pesticidi. In seguito all'implementazione del GHS da parte dell'OSHA per il posto di lavoro e alle sue implicazioni per le schede dati di sicurezza, l'EPA ha emesso un avviso di registrazione dei pesticidi (PRN 2012-1) il 20 aprile 2012, per chiarire la propria politica al fine di evitare potenziali incoerenze tra le etichette approvate dall'EPA per i pesticidi regolamentati dal Federal Insecticide, Fungicide, and Rodenticide Act (FIFRA) e le SDS richieste dall'OSHA per tali sostanze chimiche ai sensi della Hazard Communication Standard (HCS). È possibile trovare informazioni su come l'implementazione del GHS nel GHS influisce sull'etichettatura dei pesticidi sul sito sito web EPA
Prodotti di consumoPrincipali normative di riferimento Legge sulla sicurezza dei prodotti di consumo Legge federale sulle sostanze pericolose (FHSA) Nel 2007, CPSC ha confrontato parti selezionate dei requisiti normativi del Federal Hazardous Substances Act (FHSA) con il Globally Harmonized System (GHS) per la classificazione e l'etichettatura. Questo confronto ha identificato alcune delle differenze tecniche tra FHSA e GHS. È stata inoltre condotta una valutazione preliminare di fattibilità giuridica per valutare quali eventuali modifiche sarebbero necessarie al FHSA nel caso in cui determinate disposizioni del GHS fossero adottate e implementate. Il lavoro dello staff ha indicato che era necessario un confronto tecnico più completo. Nel 2008, il CPSC ha avviato un contratto per completare un confronto fianco a fianco tra FHSA e GHS. Questa revisione aveva lo scopo di determinare quali sezioni del GHS potrebbero essere prese in considerazione per l'implementazione, nonché se sarebbero necessarie modifiche statutarie o regolamentari per l'eventuale implementazione. Da allora non sono state rese disponibili ulteriori informazioni.

Uruguay

Punti focali:Ministero degli Affari Esteri (Direzione Ambiente)
Principali normative rilevanti:Luogo di lavoro: D.Lgs 346/011; Dlgs 307/009 e Dlgs 406/88; Prodotti agricoli: Dlgs 294/04Trasporto di merci pericolose: Dlgs 560/03 e Dlgs 158/85; Tutela del consumatore: Decreto 180/00 ​​(MERCOSUR/GMC/RES.49/99)
Tappe fondamentali dell'implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Per i trasporti regionali tra gli Stati membri del Mercato Comune del Sud (MERCOSUR) (Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay) fare riferimento alle informazioni fornite alla voce “Mercosur".
A livello nazionale il trasporto terrestre di merci pericolose è regolato dall'art Decreto 560/003 del 3 dicembre 2003, sulla base della 7a edizione aggiornata del Regolamento Modello.
Sul posto di lavoroimplementato Decreto 307/009 del 3 luglio 2009, sulla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori dai rischi chimici, stabilisce che le etichette e le schede di sicurezza siano conformi al GHS. Il Decreto è entrato in vigore nel settembre 2009 (120 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale) con un periodo transitorio di un anno per le disposizioni in materia di etichettatura. Decreto 346/011 del 28 settembre 2011 modifica il D.Lgs. 307/009, tra l'altro, per prorogare il periodo transitorio per l'entrata in vigore delle disposizioni in materia di etichettatura e predisposizione delle Schede di Sicurezza in conformità al GHS (Rev.4), come segue: Per le sostanze (etichettatura): fino al 31 Dicembre 2012Per le miscele (etichettatura): fino al 31 dicembre 2017Il decreto 346/011 è entrato in vigore immediatamente dopo la sua pubblicazione e stabilisce all'articolo 7 che tutte le industrie rientranti nel campo di applicazione del decreto 307/009 progettano e applicano un piano di attuazione del GHS entro il 6 mesi dalla sua entrata in vigore.

Vietnam

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriIn Vietnam gli standard per la classificazione e l'etichettatura delle sostanze chimiche sono in vigore dal 1999. Numerosi ministeri sono coinvolti nella gestione delle sostanze chimiche, tra cui: Ministero dell'Industria e del Commercio (MOIT) Ministero delle Risorse Naturali e dell'Ambiente (MONRE): Promulgazione di norme sull'inquinamento ambientale causato dalle attività relative alle sostanze chimiche Promulgazione di norme sullo smaltimento dei residui chimici tossiciMinistero della Salute (MOH): collaborazione con MOIT nello sviluppo dell'elenco delle sostanze chimiche soggette a produzione e commercio condizionati e delle sostanze chimiche vietate nella sanità settore (Promulgazione di un elenco di sostanze chimiche quali disinfettanti, pesticidi, prodotti farmaceutici e additivi alimentari per uso domestico e medico)Ministero dell'agricoltura e dello sviluppo rurale (MARD): Cooperazione con MOIT nello sviluppo dell'elenco dei prodotti chimici la cui produzione e commercio sono soggetti a restrizioni nel settore agricolo Ministero del Lavoro e degli Affari Sociali (MOLISA): Promulgazione di norme sulla sicurezza del lavoro nella manipolazione dei prodotti chimici
Prodotti chimici industriali, lavorativi e agricoliimplementato Il principale atto legislativo è la Legge Chimica emanata nel novembre 2007. La Legge è supportata da diversi decreti e circolari ministeriali, tra cui, i seguenti: Circolare n. 40/2011/TT-BCT del 14 novembre 2011, in materia di sostanze chimiche alla dichiarazione obbligatoria; Circolare n. 04/2012/TT-BCT recante norme in materia di classificazione ed etichettatura chimica; Decreto n. 113/2017/ND-CP che specifica e fornisce linee guida per l'attuazione di alcuni articoli della legge sui prodotti chimici; Decreto n. 43/201/ND-CP: obblighi di etichettatura Circolare n. 32/2017/TT-BCT (articolo 7 e Allegato 9): Schede di sicurezza (vedi anche decreto 113/2017/ND-CP, capo IV, articolo 24)
Il 13 febbraio 2012 il Ministero dell'Industria e del Commercio ha emanato, circolare n. 04/2012/TT- BC, che stabilisce i requisiti di classificazione ed etichettatura per le sostanze e le miscele in linea con GHS (Rev.4). La circolare è entrata in vigore il 30 marzo 2012. Fa seguito a diversi atti legislativi precedenti che implementavano parti del GHS e prevedeva un periodo transitorio per l'attuazione di 2 e 4 anni rispettivamente per le sostanze e le miscele, per la sua effettiva entrata in vigore, vale a dire: Sostanze: dal 30 marzo 2014Miscele: dal 30 marzo 2016Dal 9 ottobre 2017, Decreto n. 113/2017/ND-CP è stato rilasciato. Il nuovo decreto ha sostituito il n. 108/2008/ND-CP ed è entrato in vigore il 25 novembre 2017. Specifica e fornisce indicazioni per l'attuazione di alcuni articoli della legge sui prodotti chimici.
L’8 dicembre 2017 il Ministero dell’Industria e del Commercio ha emanato la circolare n. 32/2017/TT-BCT per agevolare l’attuazione del decreto n. 113/2017. La circolare è entrata in vigore immediatamente e affronta, tra le altre questioni, indicazioni sulla compilazione delle schede di dati sulla sicurezza chimica.
A protocollo di collaborazione “Sul rafforzamento del sistema di gestione delle sostanze chimiche basato sul rischio in Vietnam” è stato firmato il 12 luglio 2012 e rinnovato nel luglio 2015 tra il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria del Giappone e il Ministero dell’Industria e del Commercio della Repubblica del Vietnam. Il progetto per rafforzare la gestione delle sostanze chimiche in Vietnam è stato condotto da aprile 2015 a marzo 2019. Il progetto prevedeva, tra le altre attività, un'indagine sulla situazione delle sostanze chimiche industriali: lo sviluppo di un inventario chimico nazionale, un database chimico nazionale e un'indagine sulle sostanze chimiche basata sul rischio sistema di gestione. Ulteriori dettagli sul progetto, sulla sua metodologia, ambito, risultati e attività di follow-up possono essere consultati nel relazione finale del progetto (Febbraio 2019).
L’Inventario nazionale delle sostanze chimiche (NCI) è stato avviato nel 2016 e una bozza è stata pubblicata nel marzo 2020. Le sostanze chimiche non elencate nell’NCI saranno considerate “nuove” e saranno soggette a un processo di registrazione. L'inventario contiene i risultati della classificazione GHS, gli inventari e gli elenchi delle sostanze chimiche regolamentate in altri paesi/regioni come il Giappone, gli Stati Uniti d'America e l'Unione Europea. Al momento della pubblicazione del rapporto di progetto (febbraio 2018), Vinachemia stava riassumendo i commenti pubblici alla terza bozza dell’NCI e pianificando di avviare le procedure per l’approvazione governativa dopo aver raccolto i commenti dei ministeri competenti.
Le Database nazionale dei prodotti chimici è stato pubblicato nell'agosto 2018. Il database contiene la bozza dell'inventario chimico nazionale (NCI) e l'elenco delle sostanze chimiche regolamentate dalla legge vietnamita sui prodotti chimici.
Come sembra prodotti chimici agricoli, nel gennaio 41 è entrata in vigore la legge rivista sulla protezione delle piante e la quarantena (n. 2013/13/QH2015). Il Ministero dell'agricoltura e dello sviluppo rurale ha sviluppato e gestisce un proprio database per oltre 1,700 prodotti chimici agricoli in coordinamento con Vinachemia e in in linea con la legge sui prodotti chimici sull'etichettatura GHS.
L'8 giugno 2015 il Ministero ha emanato Circolare n. 21/2015/TT-BNNPTNT (Circolare 21), in attuazione della Legge sulla protezione delle piante e sulla quarantena e che regolamenta l'etichettatura dei farmaci fitosanitari (Protezione delle piante). Secondo l'articolo 63 della circolare “i farmaci fitosanitari circolati a livello nazionale, importati o esportati devono essere etichettati in conformità con le disposizioni sull'etichettatura delle merci di cui al decreto n. 89/2006/ND-CP del 30 agosto 2006, la guida del Globally Harmonized Sistema di Classificazione ed Etichettatura Chimica (GHS), e la presente Circolare. Il livello di pericolosità dei farmaci fitosanitari deve essere indicato sulle etichette e sulle schede di sicurezza dei materiali. La classificazione del pericolo dei farmaci fitosanitari si basa sulle regole GHS e sulle linee guida tecniche, sui materiali pericolosi e sui pericoli per la salute umana e l'ambiente.”. Le classi di pericolo dei farmaci fitosanitari sono fornite in dettaglio nell'Appendice XXXVI della circolare21. La circolare è entrata in vigore il 1° agosto 2015 e ha abrogato la circolare n. 03/2013/TT-BNNPTNT dell'11 gennaio 2013. È stato concesso un periodo transitorio di 5 anni (fino ad agosto 2020) per consentire l'utilizzo delle etichette dei farmaci fitosanitari ai sensi della la circolare del 2013.

Zambia

Stato di implementazione del GHS
Trasporto di merci pericoloseimplementato Per il trasporto internazionale di merci pericolose, vedere “Attuazione attraverso strumenti giuridici internazionali, raccomandazioni, codici e linee guida”
Altri settoriNel periodo 2001-2003, lo Zambia ha partecipato come paese pilota al programma di sviluppo delle capacità GHS globale dell'UNITAR/ILO. La prima fase del progetto pilota biennale per l'implementazione del GHS a livello nazionale è iniziata nel 2001. I risultati dei test di comprensibilità hanno fornito informazioni utili su come definire e migliorare gli strumenti di protezione dai rischi. È stata rivista la legislazione esistente, individuate le lacune e redatta una nuova legislazione. Lo Zambia, in quanto paese membro della Comunità per lo sviluppo dell'Africa australe (SADC), ha firmato la politica regionale della SADC sul GHS. Sono state completate diverse attività legate al GHS (es. l'aggiornamento delle norme nazionali sul trasporto di merci pericolose e sul GHS per riflettere quanto previsto dalla 17a edizione rivista del Regolamento Tipo e dalla 4a edizione rivista del GHS; la situazione e analisi delle lacune e sviluppo di una road map per l’implementazione del GHS). Nel dicembre 2021, lo Zambia ha indicato che gli standard nazionali aggiornati sul GHS (ZS 708) e sul trasporto di merci pericolose (ZS 670) sarebbero stati pubblicati nel 2022. Da allora non sono state rese disponibili informazioni su ulteriori progressi.

Richiesta veloce